Cervia, è qui la festa: un milione di presenze in agosto

Agosto si avvia a superare il milione di presenze, meglio del 2019, l’ultimo anno pre-covid. Non si trova praticamente più una stanza libera, la spiaggia pullula di turisti, bar e locali notturni non riescono più a contenere gli avventori. E questo nonostante il Comune abbia messo a disposizione numerosi spazi pubblici per garantire il distanziamento. «È tutto esaurito – conferma la presidente di Assohotel Paola Brunelli – agosto sta andando come lo scorso anno e quindi i numeri sono del tutto soddisfacenti. Direi che le presenze sono addirittura superiori rispetto al 2019, quando appunto la pandemia non aveva ancora colpito il pianeta».

Si punta anche su settembre

Gli operatori sperano ora che il trend continui anche a settembre, anche se con risultati minori, per avvicinare le presenze a quota tre milioni. Prima del virus l’industria delle vacanza viaggiava spedita oltre i tre milioni e mezzo, poi il crollo di oltre il 50%, con mesi azzerati come quelli della primavera. Ma ora il vaccino inizia a far sentire i suoi effetti positivi anche su questa economia, mentre l’utilizzo del green pass consentirà lo svolgimento di eventi come l’Ironman.

Se le cose dovessero andare per il verso giusto, settembre e ottobre potrebbero fruttare altre 400mila presenze. «Ospitiamo pochi stranieri – aggiunge Brunelli – ma in compenso arrivano molte famiglie e i clienti abituali non ci tradiscono». Ora tutti gli sforzi del Comune sono concentrati sul contenimento degli eccessi che, in queste giornate “calde” di Ferragosto, potrebbero mettere a rischio le vacanze di chi cerca tranquillità e benessere. Il protocollo siglato con i locali della movida dovrebbe servire allo scopo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui