Cervia, cena solidale al Papeete con Jo Squillo per le donne vittime di violenza

Al via l’iniziativa di raccolta fondi a favore della Asl Romagna per sostenere la realizzazione di spazi di cura, all’interno dei Pronto Soccorso dell’Azienda Usl della Romagna, dedicati alle donne vittime di violenza e ai loro figli, allo scopo di garantire ambienti adeguati e qualità dell’assistenza sanitaria e psicologica nell’ottica dell’umanizzazione delle cure, in sinergia con i Centri Antiviolenza territoriali.

L’iniziativa, che ha anche lo scopo di sensibilizzare e porre l’attenzione verso il contrasto della violenza nei confronti delle donne, è promossa e organizzata dall’Associazione APS Artincouncelling, che si occuperà anche dell’attività di arte terapia in favore dei minori che accedono insieme alle madri ai servizi di Pronto Soccorso. Grazie ad Artincouncelling è stato possibile ricevere il supporto da parte delle istituzioni, imprese e associazioni del Territorio.

In particolare, con il patrocinio del Comune di Cervia e il supporto di CNA Ravenna, l’evento vede la partnership di Federmoda Ravenna, Scuola di Moda Cesena, La BCC Ravennate Forlivese ed Imolese, Estados Caffè, Tecne So. Cons. p.a., Alice Onlus.

Il 29 luglio al Papeete


Il primo evento estivo, che sarà solo l’inizio di una serie di iniziative future “charity” nei diversi territori della Romagna, si terrà il 29 luglio, presso il Papeete Beach a Milano Marittima, che ospiterà la serata e avrà come testimonial e madrina Jo Squillo, cantante e artista nota per i suoi molteplici successi discografici e televisivi, oggi promotrice di un progetto nazionale,”Wall of Dolls”, molto attivo proprio a tutela delle vittime della violenza.

Le bambole in pezza, simbolo del progetto, realizzate dalla stessa Associazione Artincouncelling, in collaborazione con Scuola di Moda di Cesena e Federmoda Ravenna, potranno contribuire unitamente al ricavato della cena, alla raccolta fondi durante la serata, che consente di ampliare lo sguardo anche verso gli interventi di re-inserimento sociale messi in campo nel territorio, tra cui una sfilata di moda organizzata grazie al progetto di inclusione sociale “Ricuciamo”. Ricuciamo è l’iniziativa solidale che permette alle donne che hanno subito violenza di riconquistare la propria autonomia e ottenere una nuova opportunità di vita attraverso il reinserimento nel mondo del lavoro.

Il progetto si avvale poi della collaborazione di “carta manolibera” il laboratorio che all’interno della Casa Circondariale di Forlì impegna in attività lavorativa le persone in stato di detenzione valorizzandone le capacità individuali.

Cena a 50 euro e asta benefica

L’assessora alle Pari Opportunità Michela Brunelli: “Il progetto dell’Ausl intende creare nei Pronto Soccorso le condizioni migliori per garantire sicurezza e protezione alle vittime di abusi e violenza. Lo riteniamo un passo importante e fondamentale per potenziare nelle nostre città la rete di servizi rivolta alle donne maltrattate, che sempre più devono trovare un’accoglienza preparata e sensibile, in grado di fornire loro tutto l’aiuto di cui necessitano”.

La serata prevede la cena a base di pesce al costo di 50 euro ed un’asta benefica il cui ricavato verrà devoluto interamente al progetto.

Info e prenotazioni 348 9700555.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui