Cervia, Atlantide compie 30 anni e festeggia con la nuova sede

CERVIA. Atlantide compie 30 anni e cambia sede. Si trasferirà infatti in via Levico, nella zona artigianale di Cervia, dove il 9 marzo verrà inaugurato il nuovo quartier generale della cooperativa sociale. In questi anni, e grazie ai suoi servizi, la società ha allargato il proprio raggio di azione su tutto il territorio emiliano romagnolo e nazionale, ma Cervia rimane sempre uno dei suoi punti di eccellenza.

L’attività

Nella città del sale ha infatti inaugurato la Casa delle farfalle e il Parco avventura, e vi gestisce inoltre il Parco naturale e il Centro visite delle saline. La triplice attività nei settori dell’ambiente, del turismo e della sostenibilità ha quindi dato i suoi frutti. Notevole è anche lo sforzo compiuto nel campo della educazione ambientale, con visite guidate che possono usufruire del “valore aggiunto” di luoghi come la Saline e le Pinete. Tanto che, nei prossimi tre anni, Atlantide si propone di «diventare il punto di riferimento nazionale nell’ecoturismo e nei progetti di divulgazione didattica ambientale presso gli enti pubblici e privati».

I numeri

Forte di 50 dipendenti – di cui 30 soci – laureati nelle discipline scientifiche e umanistiche, la Coop fissa in 4 milioni i ricavi annui, da «stabilizzare e aumentare con il tempo». I numeri attuali parlano inoltre di oltre un milione di studenti cui sono state illustrate le pratiche ambientali dal 1990, con 300 grandi clienti e 25mila contatti mail. Grazie poi a 10mila scuole e 3mila docenti su tutto il territorio nazionale, Atlantide può contare su 250mila visitatori a stagione.

Esperienza pilota

«A quei tempi il binomio fra ambiente e economia non era scontato – sottolinea il primo presidente Mauro Conficoni –; il ministero dell’Ambiente era nato da poco, l’ambiente veniva visto più come “tema da salvare” che come opportunità di lavoro. Specialmente in merito all’educazione ambientale, all’ecoturismo, agli itinerari didattici per le scuole, abituati da sempre alle “gite” classiche di visita e basta. Grazie alle esperienze fatte da alcuni degli allora soci fondatori, la coop decollò subito nel panorama nazionale delle aziende super specializzate con una offerta educativa di nuovissima concezione. L’uso dei microscopi, il contatto con i pescatori, la professionalità degli animatori portarono decine di migliaia di ragazzi a frequentare gli itinerari didattici progettati e gestiti da Atlantide. Che cresceva vertiginosamente, esportando il proprio know how in Italia ed in Europa».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui