“Ceramiche che parlano di guerra e di pace”: il 18 maggio visita guidata al Mic

Nella Giornata Internazionale dei Musei, al Mic di Faenza il 18 maggio alle 18 è in programma una visita guidata speciale dal titolo “Ceramiche che parlano di guerra e di pace.” L’evento si inserisce all’interno dell’iniziativa “Maggio per la pace – Due settimane con Emergency Faenza, in ricordo di Gino Strada” che prevede, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Faenza e in collaborazione con Casa del Teatro, Teatro Masini e Museo Internazionale delle Ceramiche, la realizzazione di quattro eventi che avranno luogo nel mese di maggio nel territorio faentino.

Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza è stato fondato nel settembre del 1908 alla conclusione della grande Esposizione Internazionale dedicata ad Evangelista Torricelli che ospitò i prodotti di molte manifatture italiane ed europee. La donazione delle opere ceramiche da parte degli espositori costituì il nucleo originario del Museo che progressivamente si arricchì di altri esemplari. Chi svolse maggior opera per la sua costituzione fu Gaetano Ballardini, direttore del Museo fino al 1953. La crescita dell’istituto subì un brusco arresto nel maggio 1944, quando un bombardamento ne causò la quasi completa distruzione con gravi e insanabili perdite nelle collezioni e nel materiale archivistico. “Post fata Resurgo” fu il motto per la ricostruzione; con forte determinazione, l’aiuto dei collaboratori e della comunità faentina, grazie al sostegno di una fitta rete di contatti nazionali ed internazionali, lo stesso Ballardini riorganizzò le raccolte e diede nuovo impulso alla vita del museo. Le finalità originarie espresse nello statuto – acquisire, conservare e soprattutto promuovere la produzione ceramica – sono rimaste attuali fino ad oggi.

La visita inizierà con un video, necessario per comprendere la devastazione della guerra attraverso le immagini potenti della distruzione del museo, in seguito al bombardamento su Faenza del 1944, per poi intraprendere un cammino attraverso opere ceramiche significative, simboli di guerra e di pace. Opere restaurate, recuperate dalle macerie causate dai bombardamenti e opere donate al museo per la sua ricostruzione. Ingresso 5 euro. Prenotazioni al MIC: 0546 69 73 11; info@micfaenza.org

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui