Centro studi Riccione, la riqualificazione corre su una pista ciclabile

RICCIONE. Una pista ciclabile lunga 1.100 metri che dalla zona di viale Ceccarini monte, passando per via Castrocaro, si collega a quella già esistente di viale Romagna. Asfaltature per 2 chilometri e 200 metri.
Martedì sera nella sala del consiglio comunale l’Amministrazione ha presentato il progetto di prossima realizzazione di “Riqualificazione del quartiere Centro studi, fra viale Castrocaro, Cattolica, Romagna e Ferrara”. Con la proiezione di slide è stato illustrato ai cittadini presenti l’intervento che comprenderà la riqualificazione anche dei sottoservizi a cominciare dalle acque bianche delle fognature, le condutture dell’acquedotto e i relativi allacci, la rigenerazione delle aree verdi e delle alberature, i marciapiedi, l’illuminazione a led e gli arredi. Il quartiere inoltre sarà una zona a priorità per ciclisti e pedoni con limiti di velocità massima previsti di 30 chilometri orari.

«Si tratta di un intervento complesso che avrà il costo di 1.700.000 euro. Partirà alla fine dell’anno scolastico, proprio per creare il minor disagio possibile alla cittadinanza – spiega l’assessora ai Lavori pubblici, Lea Ermeti -. Il progetto sul quartiere che conta la presenza delle scuole e di una parrocchia, non vuole limitarsi ad un intervento a spot». Alla serata erano presenti anche la sindaca Renata Tosi, il dirigente dei Lavori pubblici, l’ingegnere Michele Bonito, e i tecnici dell’ufficio. «La riqualificazione è un intervento che segue una programmazione puntuale – prosegue Ermeti -, che coniuga una visione generale con grande attenzione ai particolari e interventi di sistemazione complessiva. Come avvenuto per il quartiere di Raibano, andremo a realizzare una riqualificazione urbana per l’intero quartiere del Centro studi e sulla stessa scia proseguiremo con tutti i quartieri di Riccione».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui