Centro servizi per il contrasto alle fragilità con i fondi del Pnrr

Rimini, grazie al milione di euro che arriva dal Pnrr verrà creato un Centro servizi per il contrasto alle fragilità con spazi per l’orientamento, l’accompagnamento e la presa in carico dei soggetti in condizione di povertà o marginalità, anche estrema, o a rischio di diventarlo. Il centro, spiega oggi l’assessore alla Protezione sociale, Kristian Gianfreda, sorgerà un un’ampia area comunale tra il Parco Marecchia e via Dario Campana, “in un contesto in cui le attività di volontariato sono già attive e i servizi sono ben erogati”. Si tratta di un progetto “molto grande” e coi fondi Pnrr ora “si può dare gambe e concretezza a una struttura che fino a prima avevamo solo immaginato e cercato di progettare”. Le realtà che vi lavorano “continueranno a svolgere le loro funzioni senza ridimensionamenti o interferenze: l’obiettivo è proprio quello di offrire all’apparato del volontariato riminese una nuova casa, un nuovo punto di riferimento”, aggiunge l’assessore. I servizi di accoglienza e mensa rimangono però dove sono oggi. L’intenzione, infatti, è che il centro sia “un punto di raccordo per la collettività e per il terzo settore, grazie a un lavoro in stretta connessione e collaborazione con la rete dei servizi locali, come ad esempio le strutture di accoglienza residenziale, ai centri diurni, all’unità di strada e al sistema sanitario”. Il Comune ha infatti firmato con ConfCooperative, LegaCoop e VolontaRomagna, un regolamento di co-programmazione per fare interventi sul sociale in sinergia. I dettagli del progetto del centro saranno definiti nei tavoli tematici, conclude Gtanfreda e, dopo l’incontro col terzo settore di ieri, ne è previsto uno con gli abitanti del quartiere che sono interessati a partecipare alla creazione del progetto e dare il loro contributo”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui