Cento città contro il dolore anche in Romagna

Ogni giorno più di 200 milioni di persone nel mondo occidentale soffrono a causa del dolore cronico: nevralgie, endometriosi, vulvodinia, fibromialgia, esiti da trauma, emicrania, herpes zoster, neuropatia diabetica, sono solo alcuni nomi di patologie che causano un dolore quotidiano e persistente. Una condizione che solo in Italia coinvolge 13 milioni di persone, generando non solo sofferenza quotidiana, ma inducendo altresì nel 26% circa delle persone un allontanamento dal mondo del lavoro. Per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a questo tema, sabato 1° ottobre si rinnova l’appuntamento con la Giornata Internazionale Cento Città contro il Dolore, l’iniziativa della Fondazione ISAL, giunta alla sua XIV edizione.

L’edizione di quest’anno si focalizzerà sull’impatto che il dolore cronico genera nella vita di tutti i giorni.Dolore cronico. Quali i bisogni nella cura e sul lavoro? Riflessioni sulle difficoltà delle persone” sarà questo, infatti, il filo conduttore della giornata di volontariato che da sabato 1° ottobre farà tappa nelle piazze di tutta Italia, dando voce ai bisogni delle persone colpite da dolore cronico, con la collaborazione di medici specialisti e di volontari impegnati in consulenze mediche gratuite e iniziative di promozione e informazione (scopri dove su: www.fondazioneisal.it).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui