Cena per ricordare Davide: assassinato a Cesena dal vicino di casa

Un gruppo di amici a mangiare assieme la pizza per festeggiare un compleanno. Non è stata una rimpatriata come tante altre quella svoltasi due sere fa. Il festeggiato non poteva in alcun modo esserci.

A riunirsi, convocati dalla moglie Iwona Bednarz, sono stati tanti amici di Davide Calbucci: il cesenate 49enne ucciso a coltellate nel dicembre di due anni fa al parco Fornace Marzocchi, dal vicino di casa Giuseppe Di Giacomo a cui l’Appello ha recentemente confermato la pena dell’ergastolo. Il 9 agosto Calbucci avrebbe dovuto compiere 51 anni.

I parenti, fin dal mattino, avevano addobbato l’ulivo piantato sul luogo dove Davide Calbucci è caduto esanime dopo aver ricevuto 34 coltellate. La pianta è stata riempita di palloncini rossi.

Poi alla sera il ritrovo all’insegna del ricordo: insieme a tutti gli amici con una pizzata. Sia con amici d’infanzia che con quelli che frequentava assieme alla moglie anche nei giorni prima dell’omicidio. Tra i partecipanti anche alcuni vicini di casa: che vivendo nello stesso condominio con vittima e carnefice od a poca distanza, hanno vissuto ancor più intensamente i contorni dolorosi della tragedia avvenuta nel dicembre 2020. Una grande foto di Davide Calbucci piazzata sul tavolo ha sollecitato i ricordi di chi lo ha conosciuto. Dopo la pizza tutti hanno brindato e mangiato mignon: l’unico “dolce” che mangiava la vittima.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui