Cefla acquisisce la start-up AdvanSiD dal Gruppo Optoi

Cefla, industria italiana multibusiness con headquarter a Imola (Bologna), continua a cogliere le opportunità di mercato focalizzandosi su innovazione e aspetto tecnologico avanzato. Dal 1° Dicembre la startup AdvanSiD, fondata dal Gruppo Optoi, entra ufficialmente a far parte del Gruppo Cefla con una fusione al 100%.
Optoi è una realtà specializzata in sensoristica optoelettronica nata a Trento nel 1995 e oggi holding di un gruppo di cinque aziende hi-tech.
Optoi è stata tra i primi spinoff tecnologici di Fondazione Bruno Kessler (FBK), polo di eccellenza nella ricerca trentina ed europea. Optoi è cresciuta diventando una realtà leader con oltre settanta collaboratori altamente qualificati, mantenendo la sua originaria vocazione alla ricerca, allo sviluppo e all’innovazione concreta, un intenso rapporto di collaborazione scientifica con FBK nonché un’elevata specializzazione nella fornitura al mercato di microchip e sensori in silicio.

Dice Paolo Bussolari, Direttore Generale del gruppo e della Bu Medical Equipment del Gruppo Cefla: «L’acquisizione di AdvanSiD, startup del Gruppo Optoi, da parte di Cefla mira a un continuo arricchimento del know-how e delle competenze tecnologiche del gruppo. Con i nostri novant’anni di storia continuiamo a essere un’azienda orientata alla creazione di valore e ad avere un’attenzione agli investimenti in innovazione e nella ricerca e sviluppo. Coerenti alla messa in esecutivo del piano industriale 22-24 del gruppo che prevede un piano di investimento di circa 50 milioni di euro in innovazione, abbiamo voluto investire sulla tecnologia dei sensori LuXimos per radiografie digitali e dei fotomoltiplicatori al silicio sviluppata da AdvanSiD. Questa ha un fortissimo potenziale per le ricadute tecnologie e si integra perfettamente con le soluzioni che offriamo al mercato attraverso la nostra Business Unit Medical. Abbiamo voluto puntare su una tecnologia abilitante Made in Italy e su una realtà che ci permette di avere un controllo a monte della filiera tecnologica. La forza di Cefla è frutto di principi che la contraddistinguono fin dalla sua fondazione: visione strategica e internazionalizzazione; investimento in tecnologia e innovazione solidità patrimoniale e finanziaria per una costante crescita profittevole».

Per Alfredo Maglione, presidente del Gruppo Optoi, «l’operazione rappresenta un
esempio molto positivo di innovazione e sinergia tutta italiana. Il Gruppo Cefla ha deciso di
acquisire AdvanSiD perché l’azienda ha sviluppato i LuXimos, sensori microelettronici in
silicio per radiografie dentali digitali di nuova generazione. Si tratta di tecnologia
innovativa, non in ultimo perché i LuXimos funzionano a più basse dosi di irraggiamento
dei raggi X. Grazie a quest’operazione il Gruppo Cefla potrà insediarsi qui in Trentino, per lavorare con noi del Gruppo Optoi e con FBK, e crescere nel nostro ecosistema dell’innovazione, con
l’obiettivo di creare una filiera tutta italiana dei sensori radiologici dentali. In una fase
storica segnata dalla cosiddetta “crisi dei semiconduttori”, poter progettare e produrre
sensori e microchip in Trentino, in Italia, ha grandissimo valore strategico, e va a tutto
vantaggio delle industrie nazionali ed europee, come previsto dall’azione europea sui
semiconduttori nota come Chips Act, lanciata all’inizio del 2022 e che prevede da qui al
2030 investimenti per oltre quaranta miliardi di euro».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui