Cecilia Gamberini racconta Sofonisba Anguissola al Lettimi

È dedicato a Sofonisba Anguissola, la prima donna artista del Rinascimento, dama e pittrice alla corte di Filippo II, l’appuntamento proposto dall’Università Aperta “Giulietta Masina e Federico Fellini” di Rimini, in collaborazione con il Conservatorio “Lettimi”. La conferenza, in programma oggi alle 17 all’auditorium del Conservatorio “Lettimi” di Rimini, ospiterà la relatrice Cecilia Gamberini, insegnante ed esperta di Storia dell’arte. Previsto anche l’intervento musicale di uno studente del Conservatorio.

Durante questo intervento si ripercorrerà la biografia di Sofonisba Anguissola, nata a Cremona intorno al 1532, attraverso gli aspetti più salienti che hanno caratterizzato la sua vita. Si partirà da un’ottica più ampia, volta a sottolineare l’importanza e il ruolo svolto dalle donne nel Rinascimento per poi delineare la sua storia. Verrà raccontato il suo soggiorno alla corte del re Filippo II e il ruolo rivestito come dama e insegnante di pittura di Isabel di Valois, regina di Spagna, fino al suo ritorno in Italia, i suoi matrimoni, prima in Sicilia e poi a Genova. La figura di Sofonisba verrà analizzata non solo in qualità di pittrice, ma anche come nobildonna del XVI secolo. Gli ultimi anni vissuti a Palermo e l’incontro con il pittore Van Dyck concluderanno l’intervento.

Cecilia Gamberini si è laureata in Storia dell’arte e storia medievale all’Università di Bologna e ha proseguito la sua formazione all’Università Autonoma di Madrid, con una tesi di dottorato difesa cum laude, con menzione internazionale, dal titolo “Sofonisba Anguissola, de Cremona a la corte de Felipe”. Ha pubblicato un capitolo dedicato a Sofonisba Anguissola nel volume “Women artists in early modern courts of Europe” a cura di Tanja Jones.

Ingresso libero

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui