Cattolica, rapina al supermercato: arrestati due giovani

CATTOLICA. Rapine al supermercato, in tabaccheria, ai danni di un tossicodipendente e spaccio di droga. Sono i reati contestati a vario titolo a due giovani destinatari di un’ordinanza di custodia emessa dal giudice Vinicio Cantarini su richiesta del pubblico ministero riminese Luca Bertuzzi. Nei guai sono finiti Nicholas Mara, 21 anni, e Federico Mancini, 23 anni, entrambi di Cattolica, difesi dagli avvocati Alessandro Buzzoni e Tiziana Casali.

In coppia devono rispondere della rapina ai danni del Conad Macanno di Cattolica del 4 maggio 2020, quando armati di una pistola giocattolo portarono via più di quattromila euro.

Si è scoperto che Mancini, per partecipare al colpo, evase dai domiciliari. Mara, finito in carcere alla fine di giugno dell’anno scorso dopo uno scippo violento avvenuto a Morciano, deve rispondere anche della rapina ai danni di una tabaccaia di Cattolica messa a segno nel gennaio 2020 e di un’altra rapina ai danni di un tossicodipendente del posto costretto a consegnargli quindici grammi di marijuana dietro la minaccia della solita arma a salve. Mancini, infine, è anche accusato di detenzione e spaccio di pochi grammi di cocaina.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui