Cattolica, lavori per una stazione vivibile e integrata: si parte nel 2023

 Una stazione vivibile, sicura e integrata. Così da incentivare gli spostamenti con mobilità attiva e trasporto pubblico e restituire alla città uno spazio urbano accogliente e sostenibile. Rfi presenta al Comune di Cattolica il progetto di restyling della fermata Cattolica-San Giovanni-Gabicce in corso di redazione. Con focus sulle recenti verifiche geologiche e archeologiche, propedeutiche all’acquisizione dei pareri previsti da parte degli Enti competenti per lo sviluppo dei lavori. Soddisfatta dell’incontro la sindaca Franca Foronchi, in particolare per la previsione di valorizzare e implementare i servizi ferroviari e complementari. Tra questi la riqualificazione dell’edificio, il sistema di scambio modale, l’utilizzo dei mezzi a mobilità dolce, la massima accessibilità per tutte le utenze. La prima cittadina chiede nel prosieguo della progettazione grande attenzione al rispetto e alla valorizzazione dell’area verde collocata a monte della ferrovia, e di ripristinare l’utilizzo dell’area parcheggio adiacente il fabbricato Viaggiatori. Sul cronoprogramma si sofferma il dirigente di Rfi Baldino Gaddi: si ipotizza una tempistica di massima che vede l’anno corrente impegnato per l’acquisizione di tutti i pareri e lo sviluppo degli elaborati esecutivi, nonché l’affidamento dei lavori. L’avvio del cantiere è previsto nel 2023 e sarà suddiviso tra l’intervento sull’infrastruttura ferroviaria e quello sul corpo edilizio della stazione e le aree esterne. Ci sarà, aggiunge, “particolare attenzione” nello svolgimento dei lavori durante il periodo estivo per “mitigare i disagi all’utenza”.

Più nel dettaglio, il progetto prevede la riqualificazione del fabbricato che ospita la stazione, con la modernizzazione dell’atrio di ingresso, degli spazi per l’attesa e delle aree comuni; l’abbattimento delle barriere architettoniche; l’upgrading degli impianti di informazione; il restyling delle pensiline. Il sottopassaggio di collegamento fra i binari sarà rinnovato e prolungato per realizzare un nuovo accesso alla stazione lato monte. Anche gli spazi esterni saranno oggetto di una complessiva riorganizzazione dei servizi e dei percorsi di accessibilità, anche attraverso la razionalizzazione delle aree di sosta e la realizzazione di una nuova velostazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui