“Cattolica in fiore” festeggia il record di presenze

Un vera Regina vestita dei colori di fiori e piante ed accogliente con i suoi  profumi. Si è presentata così la città alle migliaia di persone che nel fine settimana appena trascorso non si sono fatte scappare l’occasione di visitare la 50esima edizione di “Cattolica in Fiore” lungo il percorso che da Piazza Roosevelt si snodava per Piazza Mercato, le vie Marx e Mancini, Piazza Nettuno, la vie Risorgimento, Bovio e Curiel, e la Piazza Primo Maggio.

Meteo favorevole

Complice il bel tempo, è stato piacevole passeggiare lungo le strade che hanno ospitato l’esposizione della mostra mercato. “Possiamo ritenerci molto soddisfatti – spiega la sindaca Franca Foronchi – e ci ha reso particolarmente felici vedere le nostre vie stracolme di tantissima gente che ha potuto godere di una Cattolica viva dove si respirava la voglia di un ritorno alla convivialità, alla gioia di stare insieme. Continuiamo a ricevere tanti feedback positivi”. Tantissimi selfie e foto davanti a Palazzo Mancini, dove per l’occasione è stato predisposto un particolare allestimento scenografico, ed ai giardini di Piazza Primo Maggio dove ha trovato posto la “giungla urbana” realizzata con la collaborazione della ditta di arredamenti Edil Contract.

Record di standisti e presenze

“Questa edizione – aggiunge il vice sindaco Alessandro Belluzzi – rimarrà impressa nella memoria di tutti noi. Migliaia di persone che sono state accolte lungo le nostre vie ed oltre cento standisti presenti che hanno segnato un vero record”. Tutti splendidi gli allestimenti e va ricordato che come ogni anno RivieraBanca, con il Presidente Fausto Caldari, ha premiato i migliori. A spuntarla sono stati Garden Plan, di Pesaro, con il suo meraviglioso “Giardino giapponese” (1° Posto e 1000 euro), il Giardino di Santa Maria di Pesaro (2° Posto e 500 euro) e Valleverde di Monsano (Ancona) (3° Posto e 300 euro). Numerosi anche gli incontri-laboratori tenuti dalle stesse aziende florovivaistiche ed agricole e da alcuni commercianti locali sulla produzione di miele, le proprietà dell’olio, le qualità dei tartufi, le varietà delle piante da orto, il recupero di antichi semi e frutti dimenticati. E poi non solo fiori, in via Matteotti hanno trovato spazio gli “Artigiani al Centro”, con oltre 20 postazioni nelle quali hanno proposto le creazioni “hand-made”. Una nota internazionale è arriva dalla presenza, durante l’evento, di delegazioni delle città francesi di Saint-Dié-des-Vosges e Faches-Thumesnil, gemellate con Cattolica. “Ricordo che si tratta di un evento realizzato interamente da Palazzo Mancini – sottolinea Belluzzi – e questo importante risultato non arriva a caso, ma si è ottenuto soprattutto grazie all’ottimo lavoro messo in campo da tutto lo staff degli uffici turismo e comunicazione cui va un grande ringraziamento per la capacita di mantenere alta l’attrattività dell’evento”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui