Castrocaro. Area sportiva da rifare, spazio anche al tennis

Seicentottantamila euro per un intervento di manutenzione straordinaria e di rigenerazione dell’impianto sportivo di via Battanini. È l’ambiziosa meta a cui mira l’amministrazione comunale castrocarese candidandosi al “Fondo sport e periferie 2022”, finanziamento istituito dal Governo per realizzare interventi edilizi per l’impiantistica sportiva, volti proprio al recupero e alla riqualificazione degli impianti esistenti. L’obiettivo è quello di aggiudicarsi il massimo del contributo statale, ovvero 500mila euro, cifra che permetterebbe di fare fronte ad oltre il 73% dell’importo complessivo dei lavori. I restanti 180mila euro, dunque, sarebbero a carico del Comune se il progetto venisse accolto. «Si tratta di una serie di interventi di riqualificazione straordinaria e di efficientamento dell’area sportiva già esistente – spiega il sindaco, Francesco Billi –, un luogo molto frequentato da famiglie e ragazzi». Oltre alla riqualificazione dei campi da calcio e basket già esistenti, si amplierebbe l’offerta sportiva con la creazione di un campo da tennis nella stessa area dedicata al gioco della pallavolo. «Uno dei due campetti esterni all’area calcistica – continua il primo cittadino – verrebbe adeguato per ospitare un campo utilizzabile per entrambi gli sport». Al momento in paese non esiste una struttura dedicata agli amanti delle racchette che sono, dunque, costretti a spostarsi fuori dai confini comunali. Gli interventi non lascerebbero indietro nemmeno il basket: «Castrocaro ha molti giovani che praticano questo sport ma non avendo una struttura adeguata, sono costretti a tesserarsi con società fuori comune. Con una modesta rivisitazione del campo, l’idea è quella di riportare tutti i ragazzi in paese formando così una squadra locale». Oltre ad essere una risorsa per gli abitanti, la realtà potrebbe divenire punto di riferimento anche per chi non vive in zona ed essere messa a disposizione per ritiri, eventi o preparazione a tornei in questo settore. Buona parte degli interventi riguarderebbero, poi, l’area calcio. Tra i lavori previsti, il rifacimento del manto in erba del campo di gioco, la realizzazione di un impianto di illuminazione a led e la sostituzione della recinzione esistente. «Vorremmo procedere alla ristrutturazione dell’esistente campo da calcio – continua – modernizzandolo e apportando migliorie anche alla tribuna e agli spogliatoi». In un periodo in cui anche gli amministratori sono chiamati a fare i conti con il caro bollette, il progetto non poteva che avere un occhio di riguardo all’efficientamento energetico. «La previsione è quella di installare pannelli solari sulla tribuna». La domanda, come previsto dal bando nazionale, sarà presentata entro il 14 ottobre. Dopodiché la palla passerà allo Stato per capire se il progetto di riqualificazione potrà diventare realtà.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui