Castel Bolognese, sabato la marcia dei diritti

Sabato 10 dicembre sarà una giornata interamente dedicata ai temi della pace e della legalità. Tre gli eventi in programma tra Castel Bolognese e Faenza, tutti inseriti nella programmazione dell’edizione 2022 di “Dal Dialogo alla Pace”, il progetto dell’Unione Romagna Faentina dedicato alla promozione del dialogo interculturale e dell’educazione alla pace, realizzato con la collaborazione della Regione Emilia-Romagna.

Alle 10 a Castel Bolognese, presso il Sentiero della Legalità (Parco Fluviale – ingresso da Via Boccaccio), partirà la tradizionale “Marcia dei Diritti”. La camminata sarà intervallata dagli interventi di autorità e organizzazioni impegnate nei temi del dialogo, della pace e dell’intercultura. Spazio anche per le testimonianze con l’intervento di Antonio Anile, ex imprenditore calabrese vittima di usura della ‘ndrangheta.

Il percorso sarà allestito con i disegni sulla pace realizzati dalle classi quarte delle scuole primarie dell’Unione Romagna Faentina.

La partecipazione alla marcia è aperta a tutta la cittadinanza. In caso di maltempo la manifestazione si terrà in Sala del Consiglio (Municipio di Castel Bolognese, Piazza Bernardi 1).

Nel pomeriggio, appuntamento alle 15 al Teatrino del Vecchio Mercato di Castel Bolognese per un dibattito con Lino Busà, direttore del Centro studi e ricerche Temi per la Legalità, Presidente di SOS Impresa Lazio, associazioni e fondazioni contro il racket e l’usura. Ingresso libero.

A chiudere la giornata lo spettacolo teatrale “Pierre e Mohamed, un cristiano e un musulmano amici. Fino alla morte. Insieme”, in programma alle 18 al Cinema Europa di Faenza. Uno spettacolo ispirato alla storia vera di Pierre Claverie – il vescovo di Orano beatificato da papa Francesco – e dell’amico musulmano Mohamed Bouchikhi, assassinati insieme in Algeria il 1° agosto 1996 dallo stesso terrorismo islamista che colpì anche i monaci di Tibhirine. Ingresso offerta libera.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui