Castel Bolognese, proteste per il taglio di una prima elementare

Dalla didattica a distanza alle classi pollaio. Si estende la protesta di genitori in merito al taglio di classi nel prossimo anno scolastico. Dopo il caso di Brisighella di circa un mese fa, riferito alle scuole medie, adesso a Castel Bolognese si sollevano i genitori dei bambini iscritti alla prima elementare. Dopo una petizione che ha raccolto oltre 600 firme è indetta per sabato dalla 15.30 alle 19 una manifestazione di protesta in piazza Bernardi. Attualmente nel plesso castellano ci sono quattro sezioni, ma si profila una riduzione a tre: due per il tempo pieno e una per il tempo normale (modulo). «Questo non ci trova d’accordo – afferma il comitato di genitori – perché a parità di organici e di risorse, anziché avere una maggiore qualità e sicurezza con classi meno numerose, si sceglie di tagliare una sezione portando da 19 a 25 i bambini dentro ogni aula».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui