Con la ripresa delle attività culturali, riapre da domani anche il Cardello di Casola Valsenio, Casa Museo in cui lo scrittore faentino Alfredo Oriani ha trascorso gran parte della sua vita. Costruita in epoca medievale come foresteria della vicina abbazia benedettina di Valsenio, la casa è un raro esempio di abitazione signorile romagnola dell’Otto-Novecento ed è rimasta intatta dopo la morte dell’ultima discendente della famiglia, la nuora di Alfredo, Luisa Pifferi Oriani. La casa, a pochi chilometri da Casola Valsenio, è immersa in un parco secolare, dichiarato di interesse nazionale. Martedì 2 giugno chi entrerà a visitare il Museo potrà fermarsi a pranzo per un pic-nic nel prato che circonda la casa. Chi presenterà la prenotazione d’ingresso o il biglietto d’ingresso al Museo, nei ristoranti Locanda Il Cardello, Trattoria Valsenio di Casola Valsenio, Ristorante Fava e Piadineria Da Lori, potrà scegliere e far comporre il suo “cestino” con uno sconto del 20% sul menù alla carta. Il Museo è aperto il sabato dalle 15.00 alle 18.00 e nei festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30. La visita al Museo è arricchita dalla presenza di una guida che racconterà la storia di Oriani e della sua famiglia ed i segreti della casa. E’ possibile entrare in gruppi fino a 4 persone ed il costo della visita guidata è di 4.50 € a persona. La prenotazione è consigliata ma non obbligatoria.

Argomenti:

casola valsenio

riapertura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *