Caro energia, a Imola un “bollettone” da oltre 6 milioni

Se la situazione del caro energia continua così potrebbe arrivare a oltre 6 milioni la bolletta del Comune di Imola per far fronte ai rincari nella gestione del patrimonio amministrato da Area Blu. Il «bollettone», come lo definisce il vicesindaco di Imola delegato al Bilancio, Fabrizio Castellari, conta 5 voci principali: le scuole, gli edifici sportivi, i luoghi della cultura, gli uffici amministrativi e l’illuminazione pubblica. Tra queste, quella degli edifici scolastici grava parecchio. Per questo allo scoccare dell’inizio delle lezioni, quando probabilmente saranno arrivate anche le indicazioni ministeriali, il Tavolo della scuola di base si confronterà sulla questione.

Scuola e bollette

«Le ricette che si sentono in merito sono diverse: c’è chi suggerisce di chiudere la scuola il sabato, chi di abbassare la temperatura nelle classi – commenta Castellari, che ha anche la delega all’Istruzione, senza sbilanciarsi –. Tra il 15 e il 30 settembre, in occasione del Tavolo che comprende tutti gli Istituti comprensivi alla ripresa dell’anno scolastico, all’ordine del giorno c’è anche questa questione. È all’attenzione degli istituti e nel frattempo arriveranno indicazioni dal Governo. Le scuole non si muoveranno in ordine sparso», confida. Nessuno sperato rientro quindi nella stima della spesa per le utenze formulata dalla Area Blu verso la metà dell’anno, ma nemmeno nessun rialzo. «Per ora. Può darsi che fra un mese la situazione cambi ulteriormente – ha spiegato il manager della partecipata Enrico Vitali –. Quest’anno abbiamo anticipato rispetto al bilancio semestrale una prima situazione contabile ad aprile a uso interno».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui