Caro bollette. “Il gas è aumentato del 709% rispetto al 2019”: l’analisi di Confartigianato

La diffusione della nuova variante Omicron Covid-19, le interruzioni delle filiere globali, associate al boom dei prezzi delle materie prime e dei prodotti energetici, hanno portato ad una inflazione più elevata del previsto, rallentando il ritmo della ripresa in corso. In un report Confartigianato ha delineato le tendenze della turbolenza dei prezzi che sta coinvolgendo e ostacolando le imprese.

Gas a +709% rispetto al 2019

 “Per le commodities  energetiche – osserva il Gruppo di Presidenza Confartigianato Cesena (Daniela Pedduzza, Stefano Ruffilli e Marcello Grassi) – il 2021 ha chiuso con un aumento, valutato in dollari, dell’82,0% su base annua, il tasso più alto degli ultimi 42 anni. Le tensioni maggiori provengono dal gas, prima fonte di produzione di elettricità, la cui bolla sta pesantemente spingendo al rialzo i prezzi dell’energia elettrica: a dicembre 2021 il prezzo del gas europeo ) registra un impressionante +709% rispetto a dicembre 2019 mentre il prezzo dell’energia elettrica di riferimento per la borsa elettrica a gennaio 2022 è 3,5 volte quello di un anno prima.  Queste tendenze sui mercati energetici determinano un aumento  del 78,1% su base annua dei prezzi delle importazioni di energia.  Forti le tensioni anche
sulle commodities non energetiche i cui prezzi a dicembre 2021 crescono del 33,8% e; una diretta conseguenza è l’aumento dei prezzi delle importazioni al netto dell’energia”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui