Caro bollette: ecco le soluzioni facili per consumare meno

Il 2022 sarà un anno davvero molto caro sotto il punto di vista energetico. Secondo una stima di Nomisma energia, si arriverà fino al 50% in più per la bolletta del gas e si raggiungerà almeno il 17% in più per quella della corrente elettrica. Sarà, in sostanza, un periodo che il portafogli dimenticherà difficilmente. Ma perché avviene tutto questo? Perché questo boom dei costi energetici? Non è una questione solo italiana: il prezzo delle materie prime sta aumentando e cresce il prezzo della CO2 prodotta. Le famiglie possono incidere e fare qualcosa per risparmiare: piccoli passi casalinghi che, tra l’altro, sono un modo per rispettare l’ambiente riducendo i consumi.

Tv e lampade

La prima regola è di staccare le spine ed evitare che ci sia lo standby dei nostri elettrodomestici, come nel caso del televisore. Così si vanno a tagliare i cosiddetti “carichi fantasma”, con gli apparecchi che mangiano energia senza che ce ne sia una utilità pratica. Fino al 75% del consumo totale in bolletta è dovuto a questo nostro modo di fare. Ma tutti i giorni dobbiamo fare il giro di casa per staccarle tutte, una ad una? Per i più pigri una presa multipla può venirci incontro e basterà toglierne una per disattivare un gruppo di spine. Quelle con un interruttore possono venirci incontro e farci vedere, quando la lucina è accesa, quali sono quelle da spegnere.

Gli elettrodomestici

Quando si fa la lavatrice è inutile fare il massimo lavaggio alla massima temperatura: un risultato perfetto si ottiene già a 40°. L’ambiente non approverebbe la scelta che viene fatta di un lavaggio per due sole magliette: è sempre meglio partire con un pieno carico. Se non è proprio necessario il prelavaggio, poi, è meglio lasciarlo perdere. E per asciugare gli abiti? Se non si riesce a far meno dell’asciugatrice, è meglio non impostare i programmi alla massima temperatura. Per la lavastoviglie, invece, è sempre bene sciacquare a mano i piatti, le posate, i bicchieri, le pentole, così da fare un lavaggio veloce e a freddo. Tutto ciò vale sempre che non siate in pochi a casa: è così rilevante lavare due stoviglie di un pasto in lavastoviglie? Si arriva a perdere quasi meno tempo se si riescono a mettere le mani sotto l’acqua corrente del lavandino.

L’efficienza

Gli apparati di casa devono essere ad alta efficienza energetica. E il forno? Sempre meglio usare i sistemi di cottura che prevedono quella ventilata, perché in questo modo l’aria calda circola un po’ in tutto l’elettrodomestico. Un grande consumo energetico avviene con il preriscaldamento: attenti, qui bisogna evitare che resti in funzione inutilmente per lungo tempo. Usare una friggitrice ad aria (che si presta a molti usi in cucina), può essere un buon consiglio. Se si può (e se la cottura lo prevede), meglio usare il microonde, che si usa anche per scongelare. Tra il 10 e il 15% dei nostri consumi è poi dipeso dalle luci. Ecco perché è fondamentale abbandonare una volta per tutte le lampadine a risparmio energetico e optare su quelle a Led, che divorano molta meno energia (si arriva a un taglio anche del 90%).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui