Caritas Savignano, aumenta il numero dei poveri italiani e ucraini

Famiglie seguite dalla Caritas: aumenta il numero dei poveri italiani e degli ucraini.

A Savignano la Caritas svolge un’opera meritoria per aiutare i bisognosi. Due anni fa ha sostenuto anche il progetto del refettorio solidale, maturato durante i duri mesi dell’emergenza sanitaria, sotto il coordinamento della Caritas diocesana di Rimini, in collaborazione con la Caritas parrocchiale di Savignano, l’associazione “Amici di Don Baronio” e con il supporto dei Servizi sociali dell’Unione Rubicone mare. All’inizio ha operato nei locali del Don Baronio e poi si è spostato nei locali della parrocchia di Santa Lucia, ex struttura Acli, e continua a offrire un aiuto concreto alle situazioni di povertà presenti sui territori dei Comuni di Borghi, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano e Sogliano, che ricadono sotto la Diocesi di Rimini.

«Quest’anno i bisognosi sono aumentati abbastanza – informa Elena Battistini, volontaria Caritas Rubicone e responsabile refettorio solidale – Proprio oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo consegnato 50 pacchi alimentari ai poveri. Considerando che ci sono sia persone che vivono sole, o famiglie anche di 6-7 persone, calcoliamo che stiamo aiutando circa 140 persone. L’anno scorso invece erano poco più di 100 persone. Gli aumenti sono dovuti a persone italiane che non hanno più il lavoro o non riescono più a pagare le bollette. Poi abbiamo circa 40 ucraini, nuclei familiari che si sono ricongiunti con magari una badante che era già qua, scappando da un guerra terribile. Per contro sono diminuiti gli altri stranieri, quelli di colore e i marocchini che magari si sono integrati e hanno trovato un’occupazione».

«Il pacco alimentare lo consegniamo due volte al mese – prosegue Battistini – a Natale ne aggiungiamo un terzo, grazie all’iniziativa “un pacco dono” delle quattro parrocchie di Savignano, dove chi voleva poteva donare 5,10 o 15 euro. Questo pacco natalizio verrà consegnato il 22 dicembre».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui