Ravenna, armi a Israele: l’armatore rinuncia. Sciopero revocato

RAVENNA – Lo sciopero annunciato nel primo pomeriggio di oggi dai sindacati è già stato revocato. Il motivo? L’armatore ha rinunciato al carico di armi verso Israele. Ad annunciarlo sono gli stessi sindacati. Il carico, previsto per il 3 giugno a Ravenna, non verrà imbarcato sulla nave Asiatic Liberty prevista all’ormeggio del Terminal Tcr. “La notizia consente alle categorie dei Trasporti di Cgil, Cisl e Uil di revocare lo sciopero dei lavoratori della Cooperativa Portuale e di Tcr e il presidio previsti per il 3 giugno”, scrivono i sindacati.

Lo sciopero era stato indetto per “mandare un messaggio. L’unico modo per opporsi pacificamente alla guerra è prendere attivamente una posizione contro di essa, ogni volta che se ne abbia l’occasione”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui