Caotico e pericoloso far-west in centro a Cesena: “Quei furgoni viaggiano a velocità folle”

Caotico e pericoloso far-west alla “periferia” di piazza Libertà. Lo segnalano i residenti delle vie Paiuncolo e Verdoni, quelle che fanno da cerniera tra la Valdoca e una grande area pedonale che nei fatti pedonale non è. Con rischi evidenti per chi vuole vivere in tranquillità e sicurezza quello spazio dove dovrebbe essere bandito ogni veicolo a motore.

Area pedonale violata

Soprattutto c’è preoccupazione per i numerosi bambini che si divertono quotidianamente nell’angolo giochi sul lato opposto rispetto all’abside del duomo. Troppo spesso moto, ma anche auto e furgoni che consegnano merce in zona, violano infatti il divieto molto chiaro posizionato in corrispondenza del varco d’accesso alla piazza situato tra l’ufficio postale e il porticato del ristorante “Welldone”. E oltretutto capita di frequente che lo facciano «a velocità folli in una zona del genere».

«Servono telecamere»

Qualche cittadino ha segnalato il problema già da tempo, con più di un esposto circostanziato inoltrato al Comune. Consapevoli che non è pensabile un presidio fisso della polizia locale per sanzionare chi sgarra, gli abitanti suggeriscono di «sorvegliare l’accesso installando telecamere», così da multare “automaticamente” chi invade la zona riservata ai pedoni. Una soluzione che di solito si rivela efficace in tempi rapidi, perché ha un effetto deterrente.

Muri distrutti

Ma i residenti sono allarmati anche da un’altra minaccia, che ha lasciato segni vistosi sui palazzi lungo via Paiuncolo e via Verdoni. In almeno tre punti, grossi pezzi degli spigoli degli edifici lungo i lati di quelle due strette vie sono stati letteralmente sgretolati da mezzi troppo voluminosi o con conducenti disattenti che ci hanno sbattuto contro.

Chiesti parapetti pedonali

Già quei danni strutturali sono fastidiosi per i proprietari, ma lo è ancor più il timore che prima o poi non venga colpito solo il muro ma qualcuno in carne e ossa. Gli ingressi delle case non hanno infatti alcuna separazione rispetto alla carreggiata. Appena uno mette il piede fuori dall’uscio, si trova sulla stradina percorsa da più veicoli di quanto si immagini. Perciò la richiesta è quella di «proteggere con parapetti pedonali» le fasce laterali delle vie Paiuncolo e Verdoni, creando così piccoli corridoi riservati a chi cammina.

Sosta selvaggia

Un ultimo nodo che si chiede di sciogliere è quello del parcheggino creato in prossimità del varco al centro delle lamentele. Ha tre posti auto riservati ad invalidi e due spazi per il carico-scarico, ma si è trasformato in una calamita che attira la sosta selvaggia, soprattutto quella mordi e fuggi. «Capita continuamente che una dozzina di vetture che non potrebbero farlo, e anche di più, si ammassino lì», raccontano i residenti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui