Campionessa di arti marziali picchia il fidanzato nella casa di Forlì

FORLI’. Una cittadina ucraina di 28 anni, residente a Bellaria, è stata sanzionata per la violazione della normativa diretta al contenimento dell’epidemia da Covid-19 poiché rintracciata senza giustificato motivo nel Comune di Forlì. L’accertamento è avvenuto in concomitanza all’intervento della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura presso il domicilio forlivese del fidanzato, dove la ragazza era ospite. La richiesta di intervento è stata formulata dal ragazzo, che aveva lamentato di essere stato aggredito e picchiato durante una accesa discussione. Secondo quanto riferito agli agenti, durante la lite, poi trascesa in scontro fisico, la ragazza, a suo dire campionessa di arti marziali, l’aveva cinturato al collo ed all’avambraccio destro con una presa di gamba, fino ad atterrarlo ed impedirgli i movimenti, e solo con un morso al polpaccio era riuscito a liberarsi. Gli agenti, dopo avere effettivamente constatato il chiaro segno dell’arcata dentaria lasciato sulla pelle, hanno resi edotti i litiganti delle loro facoltà di legge in ordine alla loro controversia privata, per poi sanzionare la giovane per la sua ingiustificata presenza in città. La ragazza ha poi lasciato quel domicilio per rientrare alla sua residenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui