Camere di commercio della Romagna: possibile nuova crisi economica

Il conflitto Russia-Ucraina sta causando “un brusco cambiamento dello scenario internazionale e desta forte preoccupazione”. Lo sottolinea il segretario generale della Camera di commercio della Romagna Roberto Albonetti, commentando i dati positivi dell’export del 2021. La durata e gli esiti della guerra, aggiunge, “influenzeranno molto l’economia europea e, quindi, quella italiana”. Con le ripercussioni economiche e sociali che andranno ad aggiungersi alle preesistenti difficoltà legate all’innalzamento del costo delle materie prime e delle fonti energetiche. Dunque si potrebbe “innescare una nuova crisi economica”. Albonetti condivide le affermazioni del presidente di Abi, Antonio Patuanelli, sulla “necessità urgente, se vogliamo evitare una spirale inflazione-recessione, di ‘rivitalizzare tutti gli strumenti sperimentati con successo a livello comunitario e italiano, durante la pandemia’”. Dunque, conclude, occorre “rivedere e ripensare ciò che abbiamo pensato e programmato fino a ieri, perché il presente è già cambiato ed è evidente una forte domanda di beni di prima necessità, per le famiglie e per le imprese”. La Camera di commercio della Romagna “resta a fianco delle imprese e delle loro organizzazioni imprenditoriali, in momenti di grande incertezza, come questi, servono grande coesione e piena collaborazione per aiutare concretamente l’economia e le famiglie del nostro territorio”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui