Caldio D, Ravenna, nodo-Dossena: contatti con Carrarese e Renate

Sono queste le ore decisive per la panchina del Ravenna della prossima stagione. Tra oggi e domani verrà risolto infatti un rebus che in realtà non lo è fino in fondo, visto che in lizza ci sono soltanto, per una scelta operata dal direttore sportivo Andrea Grammatica ed ovviamente condivisa dalla società, Andrea Dossena e Cristian Serpini.


Sprint

La situazione è eccezionalmente chiara, almeno per questo particolare tipo di vicende. Dossena, che a Ravenna ha portato un calcio innovativo, coraggioso e divertente, ha attirato l’attenzione di alcuni club di categoria superiore, Carrarese (dove però stanno salendo molto le quotazioni di Colombo, ex Monopoli) e Renate in particolare, e d’accordo con il Ravenna si è preso un piccolo periodo di riflessione. Per non restare comunque spiazzato da un’eventuale partenza, però, Grammatica ha sondato il mercato ed ha individuato senza indugi il possibile sostituto in Cristian Serpini. Il tecnico di Castelfranco Emilia viene da un’ottima stagione a Lentigione (1-2 nei confronti con Dossena, però, con un po’ di fortuna nella finale play-off), terminata a pari punti col Ravenna, mentre in precedenza aveva allenato per due anni la Correggese ed uno (2020/21) nel settore giovanile della Spal. Non è solo uno dei candidati, ma il prescelto per l’eventuale sostituzione di Dossena. Una sostituzione che presenterebbe, come sempre, diverse incognite. Nel senso che Dossena ha avviato un percorso tattico e di mentalità che ha bene attecchito come il risultato del campo ha testimoniato eloquentemente ed è ovvio che il cambio di manico proporrebbe opzioni diverse.
Serpini, comunque, è un allenatore che a Lentigione ha cambiato spesso modulo, spaziando soprattutto dal 4-3-1-2 alla difesa a tre. Alla vigilia o al massimo all’antivigilia della soluzione, quindi, volendo forzare la mano si potrebbe azzardare una percentuale di 60 a 40 per la permanenza di Dossena. Le cose, sul mercato delle panchine, cambiano abbastanza in fretta. Ma questa volta i tempi di attesa saranno giocoforza brevi.
Nel frattempo Matteo Sabbadini, ex Ravenna e Samb, è diventato il direttore sportivo dell’Athletic Carpi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui