CESENA – Oggi è l’ultimo giorno di vacanza per i giocatori del Cesena. Dopo essersi allenati in forma individuale per un paio di settimane, ecco che all’orizzonte si tornano ad intravedere quelle sedute collettive di calcio che erano normalissime fino alla prima settimana di marzo. Poi il coronavirus, il lockdown, la sospensione del campionato e la fine anticipata della Serie C per le squadre che, come il Cesena, si trovavano tra l’undicesimo e il quindicesimo posto. A inizio luglio i sotto contratto hanno ripreso a muoversi su un campo, a calciare un pallone, nelle prossime ore torneranno a disputare anche le partitelle. Domani si riparte e una metà dei 24 giocatori convocati (ai 18 che c’erano si aggiungono sei giovanissimi: i difensori Fabbri e Lepri, i centrocampisti Bracci, Vallocchia e Vitalino, il centravanti Manuel Bernardi) si sottoporrà ai test sierologici, cosa che la seconda metà farà martedì. Mercoledì mattina tamponi per tutti e poi via agli allenamenti di squadra.

Ci sarà anche Salvatore Caturano, atteso domani a Cesena per definire una trattativa di fatto già chiusa con un contratto che legherà il centravanti ai bianconeri per tre stagioni. Zebi al cda lo aveva detto che il punto di partenza sarebbe dovuto essere l’uomo-gol e Caturano era il primo della lista di tutti: Viali, area tecnica, soci.
Il prossimo obiettivo è il portiere titolare: Giacomo Satalino è il primo della lista, ma se il Sassuolo deciderà di fargli fare il terzo in Serie A, il Cesena opterà per Tommaso Cucchietti, che non è affatto un ripiego.

Argomenti:

calciomercato

caturano

Satalino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *