Il nuovo Ravenna di Colucci conquista subito un punto molto importante, pareggiando 1-1 contro la Sambenedettese. Ancor prima di scendere in campo si chiama out Caidi che nel riscaldamento accusa un problema fisico. Al suo posto dentro Zanoni in una difesa a tre con Shiba e Alari in chiara situazione di emergenza. I padroni di casa iniziano comunque in maniera positiva impegnando Nobile con il tiro di Martignago e il colpo di testa di Alari. Poi alla distanza crescono nel gioco palla terra anche gli ospiti che, tuttavia, non trovano tiri nello specchio. Si va dunque negli spogliatoi sullo 0-0, meritato per quanto visto. Il copione non cambia anche ad inizio ripresa con il Ravenna che parte meglio e gli avversari che crescono con il passare dei minuti. L’episodio che cambia il match arriva al 28’ quando viene concesso un rigore all “Samb” per fallo di mano di Mokulu in area. Preciso il sinistro di Botta a superare l’esordiente Albertoni. A quel punto i romagnoli si riversano completamente in attacco, creano almeno due palle da gol nitide prima di trovare il pareggio proprio all’inizio dei cinque minuti di recupero con il sinistro di Ferretti. Un pareggio estremamente meritato, dopo una partita giocata quantomeno alla pari dai ragazzi di Colucci che tornano a muovere la classifica dopo tre sconfitte consecutive.

Argomenti:

ravenna calcio

sambenedettese

SERIE C GIRONE B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *