Calcio Serie C, Cesena: per Maddaloni una conferma meritatissima

Con la tanto sospirata firma in arrivo, Rosario Damiano Maddaloni può definitivamente cancellare la prima metà di un 2021 piuttosto difficile e sfortunato. L’accordo raggiunto con il Cesena sulla base di un rinnovo annuale con opzione (legata innanzitutto al numero di presenze) consente al difensore di ricominciare da dove aveva lasciato, cioè da quell’urlo di dolore al minuto 5 di Modena- Cesena dello scorso 21 marzo, quando un autoscontro con Scappini gli costò la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Dal derby del Braglia sono trascorsi poco più di tre mesi, perciò Maddaloni è a metà del proprio percorso riabilitativo che lo ha “obbligato” a trascorrere le vacanze a Cesena, ospite del suo angelo custode Massimo Magrini. Per un pieno recupero del difensore bisognerà attendere i mesi di settembre e ottobre, ma nel frattempo si allunga l’elenco dei giocatori confermati dallo scorso campionato, con William Viali che può contare ancora su una delle sorprese più piacevoli della stagione 2020/2021.

Certezza

La firma sul contratto non è solo un premio o un risarcimento per il grave infortunio al ginocchio che ha interrotto sul più bello la stagione di uno dei giocatori migliori dell’ultimo campionato, ma è soprattutto la conseguenza di un rendimento praticamente sempre sopra le righe di Maddaloni, rovesciato in campo da Viali nello scorso mese di novembre contro la Fermana e uscito dal terreno di gioco solo per colpa di un’espulsione rimediata a Trieste a fine gennaio, della positività al Covid di febbraio e appunto del crac al crociato di marzo, in un’impennata di cattive notizie. Prima di entrare in questo frullatore, Maddaloni era stato uno degli uomini-copertina della striscia record del Cavalluccio, quella inaugurata proprio il 7 novembre al Manuzzi contro la Fermana e proseguita fino allo 0-2 di Arezzo del 16 gennaio, per un totale di 11 risultati utili consecutivi con appena 4 gol incassati. E’ stato quello il momento migliore del Cesena, con la coppia Maddaloni-Gonnelli a svettare al centro della difesa davanti a Nardi fino al 13 dicembre, quando il centrale livornese uscì anzitempo dal Martelli di Mantova per un problema muscolare. Nel 2021 Maddaloni e Gonnelli hanno giocato insieme solo i primi 5’ del derby di Modena, ma dall’autunno 2021 potranno ricoltivare quell’intesa.

Alti e bassi

Eppure, nella sua prima stagione a Cesena, il difensore classe 1998 non aveva convinto fino in fondo. Voluto fortemente da Modesto nel mini travaso da Rende, assieme a Sabato, Franco e Borello, il Madda alternò prestazioni di altissima qualità come nei derby con Reggiana e Modena o nella trasferta di Gubbio, a gare da dimenticare come al Manuzzi con il Fano o a Pesaro con la Vis fino al tracollo di Trieste che costò la panchina a Modesto. Con Viali non è stato amore a prima vista: solo 6’ a gara finita con l’Imolese nelle quattro partite del 2020 prima del lockdown e appena 45’ da subentrato con la Triestina nelle prime 8 giornate dello scorso campionato. Ma dal 7 novembre 2020 Maddaloni è diventato un titolare e dal prossimo autunno lotterà per esserlo di nuovo.

Mercoledì prossimo è il 30 giugno, cioè la data che tradizionalmente (tranne un anno fa causa lockdown) sancisce la fine di una stagione sportiva e quindi di un contratto.

A questo proposito, terminerà ufficialmente il rapporto tra il Cesena e sette giocatori: Nardi, Benedettini, Longo, Capellini, Di Gennaro, Steffè e Russini. Ma prima di mercoledì, dopo aver trovato l’accordo con Maddaloni, il direttore sportivo Moreno Zebi dovrebbe definire anche i rinnovi di Nardi e Steffè, per i quali la tavola è già apparecchiata da diversi giorni, mentre per una eventuale conferma di Longo si valuteranno gli incastri con gli under. Praticamente impossibile, al momento, la conferma di Di Gennaro, se ne andranno anche Benedettini e Russini mentre per Capellini vale più o meno lo stesso discorso fatto per Longo.

A proposito di under, ma di proprietà del Cesena, il terzo portiere in rosa sarà Alessandro Bizzini, rientrato dall’infortunio, mentre Tomas Lepri farà stabilmente parte della prima squadra inizialmente come ottavo difensore e poi come nono quando Maddaloni tornerà a disposizione di Viali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui