Calcio sammarinese, ultima giornata della regular season

L’ultimo atto. A 90’ dalla post season, i giochi del Campionato Sammarinese sono quasi tutti fatti. A tenere banco è ormai solo la questione 12° posto, l’ultimo che garantirà l’accesso al Turno Preliminare, anticamera dei play-off. A contendersi quella piazza, Domagnano e Cailungo, con i Lupi giallorossi forti del +3 sui rivali e quindi in grado di farsi bastare anche un pareggio, o alternativa una sconfitta combinata ad una non vittoria del Cailungo, per tagliare il traguardo. Il Domagnano dovrà però giocarsi le sue carte senza Pietro Semprini, fermato dal Giudice Sportivo per somma di ammonizioni. Sul fronte Folgore, mancherà Bezzi. Il Cailungo, dal canto suo, potrebbe conoscere il proprio destino ancor prima di scendere in campo: il Domagnano infatti è inserito nel programma degli anticipi, e se dovesse fare risultato contro la Folgore – già qualificata ai play-off – l’incrocio del giorno successivo tra i rossoverdi di Rinaldi e la Juvenes-Dogana non avrebbe più alcun peso nella questione play-off.

Detto della bagarre per il 12° posto, tutti gli altri affari in ballo sono legate semplicemente all’ordine d’arrivo. Questioni però solo apparentemente banali, dato che sarà proprio in base alla griglia dalla 5° alla 12° posizione che verranno stabiliti gli accoppiamenti del Turno Preliminare, con la squadra posizionata meglio che sfiderà quella posizionata peggio, la seconda in griglia che sfiderà la penultima e così via. Va da sé che tutti vorranno evitare i campioni in carica del Tre Fiori, al momento quinti ma non ancora saldi in questa posizione, che potrebbe essere soffiata loro dal Pennarossa nel caso quest’ultimo faccia bottino pieno contro il Faetano già eliminato (e privo dello squalificato Medici) e i gialloblù di Cecchetti dovessero perdere con un Tre Penne già entro la Top Four. Il Tre Fiori dovrà rinunciare a Gargiulo e Santoni, mentre il Tre Penne non avrà Genestreti, tutti appiedati dal Giudice Sportivo. Migliorare la propria posizione attuale – con Virtus e Juvenes-Dogana a tiro di vittoria – è il pensiero neanche troppo pressante che anima il Murata nel suo incrocio del sabato con il Cosmos, sempre fanalino del girone e che potrebbe trarre motivazione proprio dal desiderio di sorpassare all’ultima curva il Faetano, ma solo nel caso in cui quest’ultimo perdesse il confronto con il Pennarossa. Protti non avrà a disposizione però due pedine come Zaghini e Zonzini, ambedue squalificati.

In base al risultato del Domagnano, Juvenes-Dogana–Cailungo potrebbe risultare decisiva per la corsa all’ultimo pass per la post season, oppure potrebbe assumere importanza più che altro platonica per il Cailungo, mentre la Juvenes-Dogana ha in ogni caso il mirino puntato sulla posizione occupata dal San Giovanni (a +3 ma a riposo e in svantaggio nello scontro diretto) ed eventualmente anche quella della Virtus, ora in vantaggio di due lunghezze sui biancorossoazzurri di Amati e costretta a misurarsi con una Fiorita che – conquistati con largo anticipo tutti i possibili obiettivi della regular season – dovrà usare una certa cautela in vista dei play-off, ma di sicuro non rinuncerà ad rimanere coerente con sé stessa in un percorso al limite della perfezione che l’ha vista centrare dodici vittorie su tredici partite. Berardi, però, non avrà a disposizione Amati. Infine Fiorentino – Libertas, con i rossoblù undicesimi ma in lotta per l’ottava piazza e i granata – privi di Ballarini – più che altro concentrati a difendere la seconda posizione, con tutti i benefici cui essa potrà condurre in ottica play-off-

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui