E’ un giovedì di speranza, visto che oggi riparte il settore di base di San Marino. Lo farà nelle forme stringenti disposte dal Decreto Legge n° 193 dello scorso 29 ottobre, naturalmente, ma lo farà. Per adesso si parla di soli allenamenti individuali, la cui condotta sarà rinforzata dall’osservanza del protocollo che in realtà era in essere anche prima che la situazione pandemica tornasse a peggiorare. I Poli sammarinesi, pertanto, continueranno a mettere in pratica misure cautelative quali la misurazione della temperatura corporea dei bimbi al loro arrivo al campo; l’utilizzo di mascherine all’arrivo e negli spazi comuni; il divieto di creare assembramenti dentro e fuori dal campo; il divieto di utilizzo degli spogliatoi se non per usufruire dei servizi igienici e per depositare materiale; la compilazione dell’autocertificazione in occasione di ogni singola seduta. La novità principale sarà il formato degli allenamenti, che come detto saranno individuali, ossia privi dei momenti di contatto come, tanto per fare un esempio, la partitella finale. È un calcio differente, è vero, ma è sempre calcio. Ed è su questo binario che la FSGC intende muoversi in un momento tanto duro: permettere ai suoi piccoli campioni di vivere comunque il calcio. Nella speranza e nell’attesa che la situazione generale migliori e si possa tornare a riabbracciare quella normalità che tutti noi, bambini in primis, amiamo.

Argomenti:

Calcio san marino

covid

Fsgc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *