Calcio Primavera 3, il Cesena sconfitto ai rigori: Arezzo campione

Il Cesena gioca una partita splendida ma perde ai rigori la finale Primavera 3 contro l’Arezzo: 10-9. In vantaggio per tre volte durante i 90 minuti ma sempre raggiunto, dal dischetto i bianconeri hanno fallito con il capitano Vallocchia e con il terzino Guerra (all’ottavo rigore), mentre il portiere bianconero Fabbri ha parato solo un penalty su 8, il primo, quello calciato da Sussi. A premiare vincitori e vinti è stato direttamente il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli.

Partita splendida, ricchissima di emozioni e di occasioni. Il Cesena passa con Cristian Shpendi al 21′ su assist di Berti. I bianconeri poco dopo la mezz’ora perdono il gemello di Cristian, Stiven (brutto infortunio al ginocchio sinistro), e nel momento dello choc incassa al 35′ il pareggio di Damiano Marras, favorito da uno sciagurato controllo di suola di Vallocchia nella propria area. Cristian Shpendi ha subito la palla del 2-1 ma spara su Gagliardi. Poco prima dell’intervallo sempre Shpendi ne salta tre e offre a Manuel Bernardi una palla solo da spingere in rete a due metri dalla porta vuota: clamoroso l’errore del 10 bianconero, che calcia alle stelle. Ripresa e Bolognesi riporta avanti il Cesena (ma il gol si poteva annullare, in quanto il pallone prima di entrare colpisce il ginocchio di Cristian Shpendi, che era in fuorigioco). Palla al centro e dopo un minuto ancora Damiano Marras, il migliore in campo insieme a Cristian Shpendi, fa 2-2 con un sinistro imprendibile dal limite. Si gioca a tutta velocità e al 64′ Manuel Bernardi porta avanti il Cesena per la terza volta su assist di Berti. Passano 40 secondi e Tordella calcia da 25 metri: Fabbri è sulla traiettoria ma manca la presa ed è 3-3. Il Cesena resta in dieci all’81’ per la sciocchezza di Manuel Bernardi, che, già ammonito, va a colpire il portiere senza motivo. Pure in dieci i bianconeri trovano la forza per segnare il 4-3 al 94′ con Bolognesi ma l’assistente annulla per un fuorigioco inesistente. Prima dei rigori, ultimo brivido: Verdelli in mischia colpisce la traversa in acrobazia al 96′.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui