Calcio, l’Imolese debutta battendo 2-1 il Ravenna

IMOLESE 2

RAVENNA 1

IMOLESE (3-5-2) Nannetti (1’ st Adorni); Cerretti, Zagnoni (1’ st Tedeschi), Eguelfi; Lombardi (1’ st Romano), Attys (38’ st Martinez), Zanon, Faggi (1’ st Sanso), Annan (1’ st Pozzo); Pagliuca (1’ st Orefice), Dopi (1’ st Agyemang). All.: Antonioli.

RAVENNA (4-3-1-2) Fontanelli (1’ st Ricco); Grazioli (25’ st Caiazza), Montuori (25’ st Mbake), Gigli (1’ st Spezzano, 40’ st Zannoni), Bachini (1’ st Lussignoli); Lisi (1’ st Abbey), D’Orsi (30’ st Andreani), Sabelli (25’ st Faccani); Spinosa (30’ st Marra); Guidone (25’ st Mascanzoni), Rivi (1’ st Carrasco). All.: Serpini.

RETI 7’ st Montuori, 31’ st Romano, 45’ st Martinez.

Finisce 2-1 per l’Imolese l’allenamento congiunto con il Ravenna ed è stata una buona esercitazione per entrambe.

L’Imolese appare evidentemente ai primi passi e con tanti giocatori in prova, ma la cosa più pregevole è l’ordine con cui la squadra è stata in campo nel 3-5-2 disegnato da Antonioli, pur fronteggiando una situazione di pressione da parte di avversari con più lavoro alle spalle. Buone anche alcune ripartenze rapide e la reazione dopo lo svantaggio. Il Ravenna è decisamente proteso a condurre il possesso palla. Il centrocampo appare compatto e mobile. Le posizioni del 4-3-1-2 vanno intese più che altro come riferimenti di partenza.

Spunti di cronaca

Passaggio indietro azzardato di Montuori all’11’: il giovane Fontanelli commette fallo in area su Dopi, ma poi rimedia alla grande deviando la battuta dagli undici metri di Atthys.

Su azione di palla inattiva deviata in area, Guidone riceve accanto al palo e lo colpisce (51’). Passa solo un minuto e una nuova azione da fermo trova Montuori per la deviazione vincente di testa. Due minuti dopo fugge in velocità Agyemang, ma Ricco gli ribatte la conclusione.

Al 68’ Adorni si salva di piede da una punizione di Lussignoli e sulla ribattuta Abbey colpisce il legno. Lo stesso Abbey al 73’ fallisce il 2-0 su palla fornita da un veloce contropiede di Carrasco. Poi se ne va Vincenzo Romano sulla destra, il suo tiro-cross è molto alto e spiovente e supera Ricco (76’). All’ultimo respiro Orefice rifornisce lo spagnolo in prova Martinez, entrato nel finale, che segna sull’uscita del portiere.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui