RAVENNA – Alle 12 inizia il Consiglio Federale della Figc. Tra gli argomenti all’ordine del giorno ce ne sono diversi che riguardano, direttamente e non, le società romagnole. Ad esempio si discuterà sui criteri per le riammissioni e i ripescaggi in Serie C. Sul comunicato di “lancio” da parte della Federcalcio si legge come si prenderanno provvedimenti su «procedura e criteri di riammissione al campionato professionistico Serie C ex art. 49, comma 5 bis delle Noif; norme per l’integrazione delle eventuali vacanze di organico nei campionati professionistici; regolamento Lnd per i ripescaggi in Lega Pro e Regolamento Lnd ex art. 49, lett. c) Noif».

Il Ravenna attende con vivo interesse quelli che saranno i criteri sulla riammissione in Serie C ma anche la graduatoria, che dovrebbe vedere la società giallorossa seconda alle spalle della Giana Erminio. Così fosse, già domani il Ravenna potrebbe ritrovarsi in Lega Pro nel caso in cui due delle società aventi diritto a partecipare al campionato (e già presenti in Serie C nella stagione 2019-2020) non riuscissero a completare l’iter per l’iscrizione. In caso a rinunciare fosse una neopromossa (lo ha già fatto il Campodarsego), il posto spetterà invece a società che nella stagione appena conclusa erano in D. Tra l’altro una prima non iscritta dovrebbe già esserci ed è la Sicula Leonzio. In difficoltà, più o meno grave, restano Arezzo, Catania, Siena e Teramo. Hanno invece già provveduto ad iscriversi senza troppi problemi Cesena e Imolese.

Argomenti:

cesena

consiglio federale

figc

IMOLESE

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *