Nessuna buona notizia per il Rimini. Il Collegio di Garanzia del Coni ha respinto il ricorso del club biancorosso contro la decisione del Consiglio Federale di relegare il club del presidente Grassi all’ultimo posto in Serie D. Il ricorso era stato discusso nel pomeriggio di oggi, con le ragioni del Rimini difese dall’avvocato Cesare Di Cintio. Ora la società romagnola proverà a percorrere la strada della giustizia amministrativa presentando un nuovo ricorso al Tar del Lazio. “E’ una partita che si gioca su tre tempi, dunque quella del Rimini non termina
certo qui – ha spiegato proprio l’avvocato Di Cintio -. Andiamo avanti con il prossimo step, il ricorso al Tar del Lazio”.

Argomenti:

Coni

coronavirus

Rimini calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *