Il Cesena viene incontro ai tifosi organizzati, che in una nota avevano chiesto di rinunciare al rimborso, invitando il club a destinare la somma o parte di essa in beneficenza. “Il Cesena è sempre stato consapevole del ruolo sociale che ha all’interno della comunità e, come ha dimostrato in passato e più recentemente attraverso alcune iniziative durante l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, non si sottrarrà dal darne ulteriore prova anche in questo momento”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato del club bianconero, Gianluca Padovani, accogliendo così l’auspicio espresso dal Coordinamento Club, dai gruppi della Curva Mare e dall’associazione “Insieme per il Cesena”.

“Non restiamo indifferenti – ha aggiunto il dirigente del Cesena FC – ai tantissimi messaggi che sono arrivati sui nostri canali social da parte di abbonati che anticipavano di non voler richiedere il voucher. E’ stata l’ennesima dimostrazione di amore e di attaccamento al club da parte della nostra straordinaria gente e che è dettata, immaginiamo, prima di tutto dal voler sostenere la loro squadra del cuore in un momento di difficoltà economica a cui il club, come tutte le realtà economiche, andrà incontro. Adesso aspettiamo il 27 maggio che, salvo proroghe, è il termine ultimo per l’istanza di rimborso: subito dopo mi farò portavoce di questa istanza presso il consiglio di amministrazione e decideremo come continuare a sostenere il territorio attraverso iniziative socialmente utili”.

Argomenti:

cesena calcio

coronavirus

rimborso abbonamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *