Calcio e rugby, il premier Conte: “Sì allenamenti individuali”

“Il premier Conte mi ha assicurato che gli allenamenti all’aperto, in formula individuale, sono consentiti: il contatto resta bandito, però quantomeno ci si può allenare”. Così poco fa l’ex sottosegretario allo Sport, Simone

Valente, all’uscita dall’aula della Camera, dopo che il primo ministro Conte ha risposto al question time sull’ultimo Dpcm. Dunque, anche per quanto riguarda gli sport di contatto gli allenamenti individuali presso le strutture delle società (in particolare quelle di calcio e di rugby) si potranno fare, purché all’aperto ed evitando contatti. “Ho chiesto – ha concluso Valente – che si comunichi con più chiarezza, magari con una comunicazione di Palazzo Chigi, perché nel mondo dello sport su questo c’è ora, dopo la circolare di martedì sera del Viminale, grande incertezza. Gli allenamenti al chiuso restano banditi e possono svolgerli solo gli atleti di interesse nazionali individuati dalle federazioni competenti”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui