Calcio D, Tabanelli e Ravenna: crescere insieme per tornare grandi

Non si può parlare di ciliegina sulla torta per raccontare l’innesto in corsa di Andrea Tabanelli all’interno del meccanismo giallorosso, perché un pezzo così importante per la categoria va inquadrato in un contesto ancora a caccia della giusta inquadratura. Tabanelli in Serie D è un nome pesante e sicuramente Serpini ha idee importanti in merito, altrimenti non l’avrebbe lasciato in campo per quasi tutto il match con il Fanfulla dopo pochi allenamenti con i compagni. Ma è chiaro che i meccanismi del centrocampo, soprattutto giocando con il trequartista, andranno oliati al meglio allenamento dopo allenamento.

Finalmente a casa

Intanto, Tabanelli è felice di essere arrivato a vestire la maglia della sua città: «Il Ravenna l’ho affrontato da avversario nelle giovanili più di una volta, ora che sono qui dico che giocare al Benelli è stato molto bello ed è stato un peccato non riuscire a vincere. L’avevamo preparata per fare i tre punti, dovevamo essere probabilmente più aggressivi in fase di uscita della palla. Ci sarà tempo per migliorare, anche perché penso che il Ravenna abbia una squadra molto buona in grado di risalire in fretta la classifica. Io sono qui per dare una mano, con tanto entusiasmo e tanta voglia dopo un periodo particolare della mia carriera».

Come un debutto

Dopo oltre un anno di inattività è infatti stato come un nuovo debutto per Tabanelli: «Non giocavo da tempo, il primo obiettivo era cominciare a ritrovare il ritmo-partita e ho iniziato a farlo restando a lungo in campo già contro il Fanfulla. Ho provato a mettermi in ritmo anche cercando la porta dalla distanza, mi piace del resto giocare in proiezione offensiva e tentare la conclusione quando è possibile. E comunque avevo grande voglia di tornare in campo, ho visto subito che la categoria è impegnativa perché basta lasciare una sola occasione e rischi di prendere gol. Rispetto ad altre categorie serve forse più attenzione, cosa che il Ravenna è in grado di poter fare».

Anche quando l’inserimento di Tabanelli nel quadro tattico sarà completato, perché l’impressione è che debba trattarsi di un passaggio-chiave per le future fortune del Ravenna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui