Calcio D, solido e di qualità: ecco il nuovo Rimini

Andrea Maniero lo aveva detto fin dall’inizio e ha mantenuto le promesse: «Il Rimini avrà due giocatori per ruolo e la rosa sarà al massimo di 25 elementi».

Qualità e centimetri

Uno degli obiettivi che si era dato il direttore sportivo veneto in sede di mercato era stato quello di strutturare la squadra. Alzare i centimetri perché le prove che aveva assistito al suo arrivo in Romagna, fine campionato scorso, non gli erano piaciute granchè. Soprattutto quella perenne difficoltà di soffrire sulle palle inattive o di essere innocui quando erano a favore. Per non parlare della sofferenza fisica alla quale il Rimini andava incontro nei campetti di periferia dove le condizioni dei campi impedivano il gioco con palla a terra.

E così nell’attuale rosa spiccano diversi granatieri, elementi che sfiorano i 190 centimetri e qualcuno li supera pure.

I 24 giocatori

In soldoni l’attuale organico del Rimini presenta gli under Marietta (2002) e Piretro (2002) tra i pali, quindi i terzini destri under Lo Duca (2003) e Berghi (2003), i difensori centrali Cuccato, Carboni, Panelli e il giovane Pietrangeli (2000), i terzini sinistri under Contessa (2002) e Haveri (2001), i centrocampisti over Tonelli, Greselin, Tanasa e gli under Andreis (2001), Isaia (2002), Kamara (2003), Pari (2001) e Semprini (2002), infine gli attaccanti over centrali Tomassini, Mencagli e Germinali, l’esterno sinistro over Ferrara e quello destro Gabbianelli, oltre all’under Pecci (2002). Il 25esimo sarebbe Arlotti ma l’infortunio al ginocchio lo ha messo fuori causa 4-5 mesi, quindi al momento i disponibili sono 24. Ricordiamo che in questa stagione dovranno giocare obbligatoriamente quattro giovani (2000, 2001, 2002, 2003).

Ne mancherebbe uno

Ecco perché Maniero non ha ufficialmente chiuso il mercato visto che si sta guardando attorno per piazzare un ultimo colpo. Mancherebbe un altro esterno sinistro che doveva essere nelle intenzioni Cristian Pasquato il quale all’ultimo momento ha preferito la corte del Trento che gli ha garantito la Lega Pro. Non si tratta di un’urgenza, se si riuscirà a trovare l’uomo giusto alle condizioni giuste bene, altrimenti il Rimini andrà avanti così com’è.

Quattro riminesi presenti

Sono quattro i prodotti del settore giovanile presenti in prima squadra che a seconda delle pieghe che prenderà la stagione saranno impiegati da Gaburro. Si tratta di Pecci, Pari, Semprini e appunto Arlotti. Poi ci sono i vari Mengucci, Tiraferri, Caldari, Barbatosta e altri ancora che si alleneranno a turno con la prima squadra perché comunque Maniero avrà sempre un filo diretto con il vivaio il cui responsabile è Matteo Roguletti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui