Calcio D, Saporetti: “Il Ravenna può mettere in difficoltà il Rimini, sta a noi dimostrarlo”

Simone Saporetti, il confronto con Gabbianelli è di quelli che potrebbero anche spaccare la partita. D’accordo con questa valutazione?


«Gabbianelli è un giocatore che sta facendo davvero tanto per il Rimini e ha caratteristiche tecniche notevoli per questa categoria. Io non so fino a che punto possiamo essere simili e non riesco neppure a prevedere se potremo essere decisivi nel derby. Di sicuro, mi auguro di esserlo ma se la palma del migliore toccherà ad un mio compagno andrà ugualmente bene anche perché quella di domani a Rimini non sarà una gara decisiva ma molto importante lo è di sicuro».


Come arriva il Ravenna a quella che è senza dubbio la partita più impegnativa tra quelle affrontate fino a questo punto del campionato?


«Il Ravenna è consapevole della difficoltà di questa gara, ma al tempo stesso il derby del Romeo Neri rappresenta uno stimolo notevole. Intanto, noi abbiamo il dovere di presentarci sul campo della capolista del campionato senza timore. Penso che il Ravenna abbia le credenziali e le caratteristiche per poter mettere in difficoltà il Rimini, però dovremo dimostrarlo sul campo».


Dopo averla assaporata, ora non è più in vetta alla classifica cannonieri del girone, che resta comunque ad un passo. E’ un pensiero ricorrente?


«Sicuramente è una cosa che mi coinvolge ed è abbastanza normale per un attaccante pensarci e seguirla domenica dopo domenica. Segnando il rigore che ho fallito nell’ultimo turno di campionato contro il Forlì sarei rimasto al comando. A parte il rigore, contro il Forlì ho avuto un altro paio di buone occasioni per entrare nel tabellino marcatori ma in quelle occasioni, probabilmente, non sono stato perfettamente lucido e non le ho trasformate in gol».


Pronto per un eventuale calcio di rigore anche dopo l’errore dal dischetto di domenica?


«Contro il Forlì ho calciato davvero male: sono consapevole di questo ma, viste come sono andate poi le cose alla fine, sono stato anche contento del fatto che il mio errore non abbia influito sul risultato. Se ogni rigore che sbaglio dovesse coincidere con una vittoria del Ravenna, allora sarei pronto a fallire ogni tiro dal dischetto. Ad ogni modo io non ho problemi e sono pronto per calciare il prossimo che ci verrà concesso, oltre che deciso a trasformarlo, questa volta».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui