Calcio D, Rimini: tifosi in fermento per Sasso Marconi

Per una domenica il Romeo Neri si trasferirà altrove. O almeno una parte del vetusto stadio biancorosso. Perchè la caccia al biglietto continua imperterrita in casa Rimini in vista della gara di Sasso Marconi che potrebbe regalare ai biancorossi la promozione in Serie C. E parallelamente cresce l’entusiasmo del popolo riminese che sente davvero vicino il traguardo agognato dopo due anni tra i Dilettanti.

Infatti anche ieri la prevendita è andata bene (fino a questo momento venduti 520 biglietti). A questo punto è partita ufficialmente la richiesta alla società bolognese di altri 250 tagliandi che saranno messi in vendita dalla giornata odierna. Da ricordare che la tribuna centrale dispone di 1037 posti, pertanto c’è ancora ampio margine per soddisfare le richieste dei tifosi riminesi. L’obiettivo restare sempre quello di portare alla fine in Emilia un migliaio di supporters.

I punti vendita sono Rimini Fc Store (stadio Romeo Neri, oggi e domani 10-13 e 16-19.30), Tabaccheria Pruccoli in viale Vespucci. I prezzi: Tribuna 12 euro, Tribuna-Curva 8 euro, per gli Under 14 biglietto omaggio al botteghino dello stadio. Inoltre il Collettivo organizza la trasferta. Partenza ore 13 domenica da piazzale del Popolo, quota 20 euro. Info 3478836166.

L’undici anti Sasso

Intanto prosegue di buona lena l’avvicinamento della squadra di Gaburro al match con il Sasso Marconi. Molte scelte riguardo all’undici di partenza sono già fatte: per esempio Contessa, in grande forma, agirà sull’out sinistro al posto dell’infortunato Haveri, al centro della difesa confermata la coppia Pietrangeli-Panelli alla luce anche dell’indisponibilità di Carboni mentre a destra Lo Duca dovrebbe giocare la sua quinta partita consecutiva da titolare. In mezzo al campo rientra Tanasa che ha scontato la squalifica con il Seravezza, ai suoi lati Tonelli a sinistra e uno tra Greselin e Andreis a destra. Davanti il trio Gabbianelli, Mencagli e Piscitella. Quest’ultimo ieri ha finito anzitempo la seduta ma solo perché era molto esausto complice il primo gran caldo della stagione.

Dietro una panchina completa per qualità e numero, spesso il punto di forza in questa esaltante stagione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui