Calcio D, Rimini: 7 vittorie di fila non si vedevano dal 2014-’15

Un record tira l’altro ormai. È rimasto soltanto il Giugliano in tutto il panorama di serie D ad andare più forte del Rimini. Anche l’Arzignano ha segnato il passo dopo il rovescio per 0-4 a Mestre nel girone C.

Settebello di vittorie

La vittoria con il classico punteggio all’inglese ai danni della Correggese è stata la settima consecutiva dopo il pari di Bagnolo. Tradotto dal 3 ottobre la squadra di Gaburro ha solo vinto non lasciando nulla agli avversari. Ma si è andati anche oltre perché per esempio il famoso inno “Rimini Vai” che dice ad un certo punto “al Neri non si passa, la porta è stregata” è preso sul serio da Marietta e soci. Il portierone biancorosso non ha ancora preso gol in casa e ora ha raggiunto il record stagionale d’imbattibilità arrivato a quota 340 minuti mentre prima ci si era fermati a 330 (tutto questo non tenendo conto dei minuti di recupero).

Un record tira l’altro nel complesso perché basti pensare che a queste latitudini il settebello di vittorie in serie D mancava dalla stagione 2014-2015 quando furono addirittura 10 le vittorie di fila.

I quattro moschettieri

Il merito di Gaburro è stato quello di aver avuto le idee chiare fin dall’inizio, magari aiutato anche dal fatto di aver potuto svolgere una preparazione lunga. Quindi 4-3-3 prima di tutto con gli under messi al posto giusto, uno in porta, due nel ruolo di terzino e uno a centrocampo. La profondità della rosa e la fisicità hanno fatto il resto, per esempio in panchina ci sono dai 6 agli 8 giocatori che valgono come i titolari. Insomma Gaburro sta facendo giocare un po’ tutti ruotandoli con sapienza, eppure su quattro elementi non transige. Si tratta del portiere Marietta, del terzino destro Lo Duca, del centrocampista Andreis e dell’esterno d’attacco Gabbianelli. Questi quattro sono sempre partiti nella formazione titolare e tre sono under.

Addirittura Marietta e Lo Duca hanno compiuto il percorso netto, nel senso che non sono mai stati sostituiti nelle 9 partite fin qui disputate.

Mai in bianco

Un altro dato significativo è rappresentato dal fatto che la formazione biancorossa ha sempre trovato la via della rete. Sono fermi a 11 i giocatori andati a segno ma in 9 partite la strada verso la porta avversaria è sempre stata trovata. Attualmente il Rimini vanta il miglior attacco del campionato con 20 sigilli e la migliore difesa con tre reti incassate, due delle quale è sempre bene ribadirlo arrivate su palla inattiva (una su rigore e l’altra su calcio d’angolo).

Dal campo

Il tecnico biancorosso ha concesso due giorni di assoluto riposo alla capolista dopo il successo di domenica. La ripresa degli allenamenti è prevista per oggi sul campo di Rivazzurra.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui