Calcio D, ribaltone Forlì: Andreatini alla Samb, torna Di Fabio?

Un biglietto d’andata e senza ritorno. È quello che Max Andreatini sta per fare con direzione San Benedetto del Tronto. Sì, perché il direttore sportivo di Torre Pedrera e in forza al Forlì dall’estate scorsa è vicinissimo alla Sambenedettese.

L’antefatto

Andreatini ha raggiunto le Marche due volte nei giorni scorsi incontrandosi con il presidente rossoblù Roberto Renzi. L’ultima volta domenica scorsa quando ha assistito al match Montegiorgio-Samb e terminato 2-0 per i padroni di casa. Da segnalare che i rossoblù hanno già un direttore sportivo, l’ex ravennate Matteo Sabbadini ma a quanto pare la negativa stagione dei marchigiani, almeno per ora come è fotografata dal terzultimo posto in classifica con appena 12 punti in 14 giornate, sta suonando come una condanna per Sabbadini. Insomma in casa Samb si sta pensando all’ennesimo ribaltone e così ha messo nel mirino Andreatini che nelle Marche è conosciuto bene per essere stato quattro anni alla Fermana.

Il benestare di Cappelli

Ovviamente perché tutto ciò vada in porto serve il sì del presidente biancorosso Gianfranco Cappelli che in estate ha voluto ad ogni costo Andreatini convinto che fosse l’uomo giusto per il rilancio del Forlì. Poi le cose non sono andate, per ora, come si sperava dalle parti del Morgagni e allora ecco che il numero uno biancorosso sta prendendo in considerazione l’idea di liquidare il biennale di Andreatini. Non è certo ma intanto ieri si sono incontrati in sede.

Anche Pera alla Samb?

L’addio del direttore sportivo romagnolo potrebbe comportare anche quello dell’esperto attaccante Manuel Pera. È già da diverse settimane, a dir la verità, che il nome di Pera viene accostato alla Samb, ora più che mai perchè il primo giocatore presente sul taccuino di Andreatini è proprio quello dell’ex Recanatese. Anche in questo caso il Forlì potrebbe essere tentato a cedere in quanto fino adesso Pera ha deluso e ha un contratto pesante.

Il ritorno di Di Fabio

Se tutto ciò andasse in porto si aprirebbe ovviamente la corsa per la successione di Andreatini. E a quanto pare la corsa sta per essere vinta da Carlo Di Fabio che ha dato le dimissioni dal Forlì nel giugno scorso. A dir la verità i rapporti tra le parti non sono stati buoni per un po’ di tempo visto che il divorzio è stato burrascoso con frasi ad effetto da una parte e dall’altra, poi però nei mesi scorsi Cappelli e Di Fabio si sono riavvicinati e ora sembra che siano in procinto di tornare a lavorare insieme. Comunque vada a finire resta il fatto che sia Andreatini alla Samb che Di Fabio al Forlì sono attesi da un duro lavoro alla luce della situazione difficile in cui si trovano rossoblù e biancorossi. Ma con molta pazienza si può risalire.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui