Calcio D, Ravenna-Serpini: via al nuovo corso

È il giorno di Cristian Serpini, che il Ravenna presenterà alle ore 12 allo stadio Benelli. Sensazioni, per ora. Legate al nuovo modulo che il Ravenna adotterà con Serpini, il 3-5-2, ma anche allo svolgimento del campionato appena terminato. Chi parte e chi resta è uno dei primi tormentoni di una normale campagna acquisti, nel caso del Ravenna alla luce anche del cambio di manico la sensazione, appunto, è quella di un restyling piuttosto accentuato, soprattutto nel reparto arretrato.

In difesa si cambia

Il Ravenna dovrebbe comunque andare avanti scegliendo un portiere Under, con un casting che evidentemente è già iniziato. Nel reparto, però, sono previste grosse novità. Serpini giocherà con il 3-5-2, quindi una linea a tre e due esterni che rientrino quando la squadra non sarà in possesso di palla. A questo punto sembrano da escludere le conferme sia di Antonini Lui che di Polvani, una coppia che comunque nella categoria non faticherà a trovare ingaggi. Più probabile, o possibile invece, possano rimanere Grazioli, autore di un campionato discreto e sempre profilo Under, e D’Orsi, un jolly che si è adattato bene al nuovo ruolo di esterno difensivo con licenza di attaccare. Questo, sempre che le idee tattiche di Serpini su di lui coincidano con quelle di Dossena.

Ancora un centravanti

A centrocampo è naturale che Spinosa e Prati siano due profili che il Ravenna cercherà di confermare sulla base dell’ottima stagione appena disputata. Ma è pure naturale che i due possano avere mercato, magari anche al piano superiore. Quindi se ne parlerà presto, mentre sembra difficile la conferma di Haruna e per Calì e Lussignoli conteranno le valutazioni di Serpini. Attacco: Guidone ha un contratto fino al 2023, l’idea dovrebbe essere quella di confermarlo leader dello spogliatoio ma come alternativa concreta ad un centravanti più giovane, dalle caratteristiche ugualmente di prima punta ma in una linea a due. Con Serpini, Saporetti a Correggio giocò come seconda punta e fece sfracelli ma non 30 reti come in questa stagione. Il bomber è la primissima scelta per ritornare nel ruolo, ma di mercato ne ha e, se il Ravenna non verrà ripescato, la società dovrà confrontarsi con lui.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui