Calcio D, Ravenna: idea-Serpini se Dossena saluta

Il primo mattone su cui continuare a costruire il futuro giallorosso resta al proprio posto, ora si aspetta il secondo. Nonostante qualche voce e un paio di sondaggi esterni, Andrea Grammatica sarà il direttore tecnico del Ravenna almeno fino al 2023 e proseguirà quindi nel lavoro iniziato 12 mesi fa e che, alla luce della totale ricostruzione e del risultato finale, è stato eccellente. Grammatica resta a prescindere dalla categoria in cui il Ravenna giocherà nel prossimo campionato e questo, al di là dell’importanza della continuità del lavoro e dell’impegno, è fondamentale per non perdere tempo e quindi terreno su un mercato che è già iniziato. Inutile ribadire che al ripescaggio ci si sta pensando concretamente ma si attendono riflessioni in prima battuta economiche (300.000 a fondo perduto più la fideiussione) ma anche concrete, perché solo il 22 giugno si saprà quante e quali società professionistiche saranno effettivamente a rischio.
Dossena o Serpini?
Manca sempre la conferma in panchina di Andrea Dossena, che ha portato qui un’idea di calcio convincente ed ha anche riattivato la volontà della gente di Ravenna di tornare al Benelli dopo due annate desolanti. La risposta del tecnico lombardo è attesa a breve, nel frattempo il piano B porta a Cristian Serpini, che ha guidato il Lentigione a vincere i play-off, dopo una stagione all’Under 17 della Spal, e due alla Correggese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui