Calcio D, Ravenna a caccia di conferme in Coppa a Carpi

Mercoledì nella bassa Padana per un Ravenna ringalluzzito dalla bella e convincente vittoria di Agliana. Oggi alle 14.30 allo stadio Cabassi (arbitro Riccardo Boiani di Pesaro, in caso di parità al 90’ si va subito ai rigori) la posta in palio sarà certamente più bassa, però giocare bene e portare la squadra al passaggio di un altro turno in Coppa Italia (oggi si giocano i trentaduesimi) potrebbe anche essere una bella vetrina per i giocatori meno utilizzati in campionato. L’avversario, tra l’altro, è il nobile più decaduto del girone, visti i precedenti addirittura in serie A, quindi potrebbe anche stimolare il Ravenna a dare qualcosa in più di quello che solitamente viene messo da parte per le gare di Coppa. Potrebbero infatti essere solo 5 le novità rispetto a domenica e in campo dovrebbero esserci due dei tre ex, Boccaccini e Raffini, mentre Bolis è in dubbio.

Tre in sette giorni

Il pensiero di Andrea Dossena, campionato o Coppa Italia che sia, va comunque sempre in una direzione: «Vogliamo andare avanti in Coppa Italia – dice il tecnico di Lodi – senza dubbio, ma debbo comunque pensare alle tre partite che ci aspettano in una settimana (tra sette giorni ci sarà il recupero di campionato con il Seravezza Pozzi, ndr) ed anche al fatto che ad Agliana è stata una partita molto impegnativa per tutti. Valuterò nell’immediato anche la disponibilità dei ragazzi per mettere in campo i giocatori più pronti per questo tipo di impegno. A prescindere da chi scenderà in campo dall’inizio penso di farne ruotare tanti nei 90 minuti, soprattutto se le cose andranno come spero. Questa è una squadra molto equilibrata, anche chi sta in panchina si allena al top e quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Non prevedo un calo di tensione, anche perché ci saranno novità rispetto al campionato e molti saranno motivati».

Il turnover previsto, quindi, è robusto e partirà proprio dalla linea di porta: «A Carpi ci sarà Salvatori, che in allenamento sta mostrando una buona crescita e si sta adattando alla costruzione che parta anche dal portiere. Ci saranno poi altri cambi rispetto ad Agliana, una gara che dobbiamo tenere in grande considerazione perchè ci ha fatto vedere cosa serve per crescere e fare un salto di qualità. Abbiamo visto che per emergere dobbiamo correre più degli altri e metterci molta intensità, così facendo concediamo anche poco all’avversario».

Oltre a Magnanini mancherà anche Spinosa, che ha rimediato la frattura a un dito della mano ad Agliana. Se arriverà il tesseramento, Ercolani sarà in panchina.

La formazione

Dossena dovrebbe schierare il Ravenna con questo 4-3-3: Salvatori; De Angelis, Antonini Lui, Nagy, Crispino; Ceccuzzi, Haruna, Lussignoli (Calì); Macrì, Ambrosini, Sylla.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui