Calcio D, Pezzi: “Forlì, ora mi sento importante”

Il Forlì ha iniziato a preparare il rush finale. Cinque partite pronte ad emettere le ultime sentenze di una stagione lunghissima e complessa che però potrebbe chiudersi nel migliore dei modi. Vale a dire ottenendo un posto nei play-off che un paio di mesi fa era un vero e proprio sogno. Tutto infatti sembra essere magicamente cambiato e le occasioni sono lì apposta per essere sfruttate.

La rincorsa partirà domenica quando i biancorossi faranno visita al Real Forte Querceta, in un match dove la parola d’ordine è allungare la striscia di risultati utili. In caso di vittoria, saranno poi decisivi gli scontri diretti con Mezzolara e Correggese in trasferta, in programma alla terzultima e all’ultima giornata. Preceduti dalle sfide interne con Borgo San Donnino e Fanfulla. Insomma, cinque partite di fuoco dove andare all-in.

La mano di Pezzi

La risalita forlivese ha diverse figure decisive e complementari. Il condottiero e uomo copertina è stato a tutti gli effetti Mattia Graffiedi, che forse meriterebbe la conferma ancor prima che finisse la stagione per lanciare un segnale a tutto l’ambiente. Alla voce scoperte, o forse sorprese, ecco i nomi dei due Under arrivati nel mercato di dicembre come colpi di coda messi a segno da Di Fabio: Malandrino e Manara. Alla voce certezza campeggia invece il nome di Enrico Pezzi, messo a lungo nel dimenticatoio per vicende esclusivamente extra calcistiche e riscoperto con il passare delle settimane. «Devo ammettere che nelle prime partite dopo il lungo stop non ero nella mia miglior condizione – racconta – Mi sono sempre allenato con impegno, ma il ritmo partita era chiaramente tutt’altro. Con il passare delle settimane sono contento di aver messo in campo la mia esperienza ed essermi ritagliato un ruolo importante. Credo che sia stato importante l’arrivo di Graffiedi e di un clima in cui davvero tutti sono pronti ad ascoltarsi e mettere al centro il compagno per puntare davvero in alto».

Avanti così, con la voglia e forse la necessità di ribadire quanto sia importante questo fine di stagione. «Dopo qualche giorno di vacanza, oggi (ieri ndr) siamo tornati al lavoro per preparare l’ultima parte di stagione. Saranno cinque partite importanti in cui cercheremo di dare il massimo per puntare all’obiettivo che ci siamo prefissati. Conosciamo i nostri pregi e i nostri difetti, se andiamo in campo con la testa giusta possiamo davvero giocarcela con tutti».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui