Calcio D, Panelli: “Bravo il Rimini ad avere pazienza”

Il Rimini prende fiato dopo un tour de force che l’ha visto scendere in campo otto volte in un mese. A livello di punti solo il Ravenna ha fatto meglio, d’altro canto i giallorossi hanno sempre vinto nel 2022. La capolista però, oltre al +3 in classifica, può vantarsi di un altro primato, che è la solidità. La squadra di Gaburro anche domenica con la Sammaurese è uscita dal campo senza subire gol e soprattutto senza concedere tiri nello specchio. Sicuramente l’atteggiamento dei pascoliani ha aiutato, ma questo non toglie i meriti al Rimini. Il difensore centrale Tommaso Panelli è tornato titolare dopo due turni di “riposo” e ha confermato la sua personalità, senza lasciare nemmeno le briciole a giocatori di qualità come Bonandi e Merlonghi. «Sono contento, quando si fa parte di un gruppo molto forte in ogni reparto è giusto che ci sia una sana competizione e se si vuole vincere bisogna sapere accettare le scelte dell’allenatore. Sapevamo i punti di forza della Sammaurese, abbiamo provato a toglierle il gioco dal basso con la pressione e abbiamo tenuto lontano dalla porta i giocatori più pericolosi, siamo stati bravi a livello di squadra».

Il Rimini ha faticato più del solito a trovare spazi anche nel suo fortino. «Non ce l’aspettavamo un loro approccio così difensivo, siamo stati bravi a rimanere lucidi, non possiamo pensare di vincerle sempre tre o quattro a zero anche se ci piacerebbe. Nonostante tutto abbiamo avuto occasioni per sbloccarla già nel primo tempo, i giallorossi hanno iniziato meglio nella ripresa ma non abbiamo mai corso grossi rischi».

Poi, la svolta con il passaggio al 3-4-1-2 e la rete di Mencagli all’83’.

«Noi abbiamo tante armi, quando le avversarie ti prendono le misure bisogna saper anche cambiare e togliere le certezze: una coppia come Germinale e Mencagli è in grado di far paura a tante difese. Non dimentichiamo il calendario molto fitto di partite, siamo una squadra che corre e propone tanto quindi siamo stati bravi ad aspettare il momento giusto: tre punti così possono essere paradossalmente più costruttivi di una goleada».

La compattezza è uno dei punti di forza di questo Rimini e ciò che lascia ben sperare nel duello per ora a distanza con il Ravenna sono le quindici reti in meno incassate dalla squadra di Gaburro (11-26). Una curiosità, con Panelli in campo l’ultima volta che i biancorossi hanno subito gol è stato proprio contro i giallorossi il 28 novembre (il centrale ha saltato le partite contro Ghiviborgo e Forlì). «Lo dicono le statistiche, solitamente sono le migliori difese ad arrivare davanti. Siamo portati a tenere la palla ed è logico che più ce l’hai te, meno rischi. Sono contento del lavoro che stiamo facendo in fase difensiva, con i giocatori a disposizione che abbiamo poi il gol può sempre arrivare».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui