Reti pesanti. La prodezza in rovesciata di Alex Ambrosini e il tap-in da rapinatore d’area di Dardan Vuthaj hanno regalato la terza vittoria consecutiva al Rimini contro il Fiorenzuola nel giorno dell’Epifania. La coppia funziona alla meraviglia e in attesa dell’esame di domenica a Prato ci sono tanti motivi per sorridere perché il ritardo sull’Aglianese attualmente è sceso a cinque punti.

Tradizione e liberazione.

Alex Ambrosini ha una sorta di abbonamento contro i piacentini. Tre anni fa in esterna la sua incornata nel recupero fece svoltare la stagione dei biancorossi. Quest’anno, dopo appena quaranta secondi, il gioiellino in rovesciata ha sbloccato una gara tosta e ignorante.

«A questo punto tocca dire che il Fiorenzuola mi porta bene – racconta la punta fanese – speriamo che il gol si riveli pesante come nella passata esperienza e vada a finire allo stesso modo».

Una soddisfazione che fa rima con liberazione perché l’attaccante riminese d’adozione non segnava da quasi un anno.

«I gol sono sempre importanti per un attaccante, sappiamo che stiamo attraversando un periodo particolare nel quale si fatica a trovare ritmo e confidenza. La rete mancava da febbraio e sono contento anche se devo dire che non mi pesava troppo, viene sempre prima il bene della squadra. È arrivata una vittoria fondamentale e ho realizzato un bel gol, non potevo chiedere di meglio ma adesso bisogna continuare».

Il numero dieci biancorosso passa ad analizzare la sfida.

«Segnare dopo quaranta secondi ha dato fiducia, il Fiorenzuola gioca molto la sfera e noi abbiamo preparato l’incontro per aspettarlo. La squadra ha dimostrato forza mentale interpretando bene il tema della partita, abbiamo anche avuto diverse occasioni per un risultato più largo. La classifica? Non dobbiamo guardarla, ci sono ancora ampi margini di miglioramento, dobbiamo pedalare. Negli scontri diretti è fondamentale non perdere terreno, il primo lo mettiamo in archivio e adesso ci concentriamo sul Prato».

Continuità impressionante

Se Ambrosini si è sbloccato dopo nove giornate, ‘è un altro bomber che in casa biancorossa sta dimostrando una confidenza devastante con il bersaglio grosso. È il toro di Milot Dardan Vuthaj che mercoledì ha segnato per la quarta gara di fila salendo a quota sette centri in stagione. Una rete semplice in apparenza ma l’attaccante ha sempre il compito di farsi trovare nel posto giusto al momento giusto.

«Io seguo la palla, poi se arriva la butto dentro. È stata una vittoria meritatissima, è riuscito tutto. Abbiamo avuto fortuna e bravura a sbloccarla subito, si è messa in discesa ma avremmo potuto anche chiuderla con un margine più ampio. Ci stiamo confermando più solidi e si sta vedendo una vera identità di squadra. La mia uscita dal campo? Solo una botta, non riuscivo più a correre e abbiamo preferito non rischiare».

Rescissione Rivi

L’attaccante Luca Rivi ha rescisso. Pochissimo il minutaggio raccolto dall’attaccante ex Mestre, bloccato in avvio di stagione per cinque gare anche dal Covid-19. Finito dietro nelle gerarchie di Mastronicola (78 minuti in quattro gare, nemmeno entrato a Livorno), ha maturato la decisione di partire per trovare più spazio: in pole c’è il Trento, ma il centravanti è sui taccuini di Campodarsego e Arzignano. Dunque presumibilmente il pezzo pregiato Casolla resterà in Romagna.

Lnd esport

Anche il Rimini FC parteciperà al Campionato d’Italia 2020/2021 in formato digitale. A colpi di joypad, nel gioco “Fifa 21”, le formazioni dei club della Serie D italiana si sfideranno per la conquista del titolo nazionale. L’avvio dei biancorossi è previsto per lunedì sera.

Argomenti:

rimini

Rimini calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *