Calcio D, Mencagli: “Nel Rimini ci sono concorrenza e qualità”

Federico Mencagli è pronto a dimostrare di essere anche un attaccante da trasferta. Il numero 9 del Rimini, titolare solo nelle ultime tre partite disputate al Neri con una rete segnata al Progresso e tanto lavoro al servizio della squadra, domenica in casa del Mezzolara andrà alla ricerca della continuità. Il centravanti fiorentino è stato autore di una prova di grande sacrificio contro la Correggese, dove ha sfiorato la rete di testa: «Si sa che per l’attaccante il gol è la cosa più importante, ma proseguendo su questa strada arriverà. Lavoro tanto per migliorare la cattiveria sotto porta, è sempre stato il mio neo e il direttore me lo fa notare spesso. Diciamo però che mi preoccuperei di più se le occasioni non capitassero. Vista anche la traversa a Bagnolo, il mio bottino poteva essere più ampio».

A livello di movimento, protezione palla e sponde la prestazione è stata imponente e Mencagli ha confermato tutta la sua generosità: «Sono contento di aver aiutato la squadra. E’ arrivata una vittoria importante, la striscia si è allungata a 7 e non è mai facile quando affronti formazioni organizzate. La prima mezz’ora nostra è stata ottima, poi la Correggese è venuta fuori ma nella ripresa siamo ripartiti forte e con il 2-0 abbiamo chiuso i conti. I segreti del rendimento interno? Sicuramente il sintetico “grande” ci permette di far girare bene la palla e questo ci aiuta perché siamo una squadra tecnica. Poi abbiamo uno stadio e un tifo come pochi in questa categoria».

Non è semplice però la vita per chi ha l’onore e l’onere di sorreggere l’attacco biancorosso. Mencagli lo sa bene: finora non ci sono state due partite consecutive in cui sia partito titolare e di certo l’alternanza non aiuta. «È la prima volta che mi trovo in una situazione del genere, non è semplice farsi trovare pronti ma la gestione di Gaburro fin qui è stata giusta: ci sta utilizzando in base alle caratteristiche che la partita richiede. All’inizio soffrivo un po’ adesso mi ci sto abituando».

Mencagli mette davanti a tutto il collettivo. «In una piazza come Rimini è normale trovare concorrenza e qualità. Ovvio che quando vado in panchina mi girano le scatole, ma poi sono tranquillo perché so che chi va in campo farà bene. La cosa più importante è il gruppo, siamo uniti e ci divertiamo, poi sappiamo che avere una rosa ampia è un’arma preziosa anche a gara in corso».

E ora il Mezzolara: «Sarà una partita molto intensa, simile a quelle con Bagnolese e Forlì. Di solito, io vengo utilizzato quando l’allenatore cerca profondità, perciò nei campi stretti o contro squadre chiuse è più complicato. Ma mi sento in fiducia e sono pronto ad aiutare la squadra».

Mengucci al Cattolica

Ieri sera il Rimini ha girato il terzino sinistro Pietro Mengucci (classe 2003) al Cattolica, con la cui maglia debutterà domenica.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui